Questo sito contribuisce all'audience di

Canottieri a un passo dal Paradiso. Botti: «Ci vorranno pazienza e aggressività». VIDEO

Sabato a Monticelli gara2 di finale play off con Cisano: una vittoria vorrebbe dire promozione in A2

Massimo Botti, tecnico della Canottieri Ongina

Manca un passo all’ingresso in paradiso. Ma si sa, quando si arriva così vicini al traguardo gli ultimi centimetri sono sempre i più difficili. La Canottieri Ongina sabato ha il primo match point per una storica promozione in A2: alle 21.00 a Monticelli arriva il Cisano, in caso di vittoria i piacentini entrerebbero nella storia passando dalla porta principale e meritandosi il pass per la seconda serie nazionale. In caso di sconfitta tutto rimandato alla decisiva gara3 in programma mercoledì 7 giugno in trasferta.

«Come viviamo l’attesa? Cercando - spiega il tecnico Massimo Botti - di rendere la settimana il più normale possibile perché non avrebbe senso caricarla di aspettative e di tensioni. Sappiamo comunque che la partita non è uguale alle altre e c’è voglia, quasi fretta, di arrivare all’appuntamento, per questo dobbiamo gestire gli ultimi giorni in modo tranquillo».

Chi avrà addosso le tensioni maggiori? Voi che avete l’opportunità di festeggiare o i vostri avversari che non possono assolutamente sbagliare?

«Non lo so. Di certo noi un po’ di appresione ce l’avremo. Sono certo che sabato il palazzetto sarà stracolmo e molte persone verranno con l’idea di vederci festeggiare, opzione che noi non dobbiamo nemmeno accarezzare perché sappiamo bene il valore dell’avversario».

In gara1 avete espugnato il campo di Cisano. Cosa dovrete fare sabato per ripetervi?

«Disputare una partita gagliarda dal punto di vista agonistico, sistemando alcune cose tecniche che non hanno funzionato perché a volte, sbagliando, ci concentriamo solamente sulla tattica. Dovremo pensare solamente a noi, essendo consapevoli del valore di un avversario capace di metterci in difficoltà. E bisognerà evitare di cadere in affanno quando si presenteranno i problemi nell’arco della gara».

Quale sarà la chiave tecnica o tattica della partita?

«Cisano è una gran bella squadra, dovremo limitare un paio di giocatori che rappresentano il fulcro del loro gioco. E poi bisognerà avere tanta pazienza perché i nostri avversari non mollano mai e si sono guadagnati il primo posto nel girone proprio grazie a questa caratteristica, nonostante abbiano perso il regista titolare a inizio campionato. Chiederò ai miei ragazzi di essere aggressivi, non potremo aspettare che ci venga regalata la partita perché senza dubbio non sarà così».

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A MASSIMO BOTTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento