Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Alsenese, la cavalcata prosegue

Un passo alla volta, sempre meglio. Non si ferma la crescita della Canottieri Ongina, sempre più protagonista nel campionato di serie B maschile nel girone A. Nel sabato pallavolistico a Monticelli, la formazione di Massimo Botti e Davide...

Il libero Nicoletta Gorreri, anche a Monza autore di un punto
Un passo alla volta, sempre meglio. Non si ferma la crescita della Canottieri Ongina, sempre più protagonista nel campionato di serie B maschile nel girone A. Nel sabato pallavolistico a Monticelli, la formazione di Massimo Botti e Davide Zanichelli ha conquistato la sesta vittoria consecutiva piegando 3-0 la Benassi Alba e prolungando l’imbattibilità casalinga dove finora ha sempre conquistato il bottino pieno (solo un set perso).

Oltre a dar continuità al precedente successo di prestigio a Fossano, la Canottieri Ongina ha compiuto un significativo balzo in avanti in classifica, scavalcando proprio Fossano e approdando in seconda posizione, con la Mc Donald’s Crf ora terza a – 2 dopo il ko in quattro set a La Spezia contro lo Zephyr Trading. I gialloneri, invece, salgono a quota 17, rimanendo in scia alla capolista Parella Torino, prima a quota 20 e che per la prima volta nella stagione ha lasciato per strada un punto dopo la vittoria al tie break a Savigliano contro la Gerbaudo.

Contro Alba, la Canottieri Ongina ha mostrato la propria superiorità tecnica, convalidata dalle statistiche. Dopo un avvio a stento, i gialloneri sono usciti alla distanza, raddrizzando il primo set (dal 5-8 al 16-14 prima del 25-19) , mentre il secondo parziale è stato un monologo locale. Avanti 2-0, la formazione di Botti e Zanichelli ha rallentato la propria corsa, con Alba cresciuta in attacco per un duello punto a punto vinto 28-26 dai monticellesi. L’assenza forzata del centrale Paolo Bonola (infortunio a una mano, entrato solo in battuta) non ha scalfito la marcia della Canottieri Ongina, complice l’ottima prestazione offerta dal giovane sostituto Bara, prezioso nel primo set e capace di non far rimpiangere il compagno di squadra. In attacco, non è mancato il “solito” apporto di Cardona (16 punti), mentre in doppia cifra è approdato anche il centrale De Biasi (13 punti), autore di ben 7 muri.
Per la Canottieri Ongina, il prossimo appuntamento è previsto domenica alle 18 ad Albisola Superiore (Savona) contro i padroni di casa targati Spinnaker.

Risultati settima giornata d’andata serie B maschile girone A
Novi-Spinnaker Albisola 3-0
Gerbaudo Savigliano-Parella Torino 2-3
Bre Banca San Bernardo Cuneo-Volley 2001 Garlasco 3-1
Nuncas Sfoglia Chieri-Pvl Cerealterra Ciriè 3-2
Sant’Anna Tomcar-Hasta Volley Asti 3-0
Canottieri Ongina-Benassi Alba 3-0
Zephyr Trading La Spezia-Mc Donald’s Crf Fossano 3-1
Classifica: Parella Torino 20, Canottieri Ongina 17, Mc Donald’s Crf Fossano 15, Bre Banca San Bernardo 14, Novi, Zephyr Trading La Spezia 11, Gerbaudo Savigliano, Nuncas Sfoglia Chieri, Volley 2001 Garlasco 10, Sant’Anna Tomcar 9, Spinnaker Albisola 8, Benassi Alba 6, Pvl Cerealterra Ciriè 4, Hasta Volley Asti 2.

CANOTTIERI ONGINA-BENASSI ALBA 3-0
(25-19, 25-14, 28-26)
CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, Nasari 9, De Biasi 13, Cardona 16, Caci 7, Bara 6, Bisci (L), Miranda 2, Bonola, Pazzoni 1, Binaghi 2. N.e.: Filipponi, Soavi (L). All.: Botti-Zanichelli
BENASSI ALBA: Di Miele 6, Gonnella 9, Perfetto 3, Mariotti, Morchio 6, Avalle 6, Ciavarella (L), Magnone (L), Miglietta 5, Quaglia 3, Corradino 7. N.e.: Segatto. All.: Negro
ARBITRI: Ferrari e Beltrami
NOTE: Durata set 25’, 22’, 32’ per un totale di 1 ora e 19 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 11, ace 7, ricezione positiva 66% (42% perfetta), attacco 52%, muri 11, errori 16
Benassi Alba: battute sbagliate 6, ace 4, ricezione positiva 58% (perfetta 34%), attacco 42%, muri 9, errori 18.


L'ALSENESE NON RALLENTA PIU'
Correre senza freni talvolta non è poi così male o pericoloso, quanto meno nel volley. La cavalcata della Conad Alsenese non si ferma nemmeno al PalaManzoni di Monza in casa del Sanda Volley Brugherio, battuto nella settima giornata di serie B2 con un perentorio ed inequivocabile 3-0 che vale la vetta solitaria del girone B a quota 19. Adesso le piacentine hanno due lunghezze di margine su Abo Offanengo, tre sulla Cosmel Gorla e ben cinque sul terzetto formato da Picco Lecco (caduta a Fiorenzuola contro le cugine della Pavidea), Brembo Volley Team (prossima avversaria) e Normac Avb Genova. La sfida interna di sabato 3 dicembre contro le bergamasche sarà l'ennesimo bel banco di prova per le ragazze di patron Faroldi per respingere l'assalto di una delle loro inseguitrici.

Anche il viaggio in Brianza presentava insidie date dall'esperienza delle rivali e dalla striscia positiva di quattro partite, ma la Conad non si è fatta impressionare passando senza patemi grazie ad una prestazione di qualità e intensità, tipica del suo dna, al termine di una partita figlia degli attuali valori espressi dal campionato.
Rispetto alle ultime due uscite, mister Scaltriti schiera cinque sesti della formazione titolare riproponendo la staffetta già vista per il secondo centrale con Maini (in luogo di Rovellini) insieme a Ghisolfi, Losi-Amasanti in diagonale, Pesce-Fanzini in banda e Gorreri libero. E proprio quest'ultima si renderà ancora protagonista tra le marcatrici, bissando il punto segnato involontariamente due settimane prima contro la Cosmel Gorla.

La storia della gara tra Sanda e Alsenese praticamente non esiste, Amasanti e compagne stampano il primo set con larghi punteggi e poi fotocopiano gli altri due archiviando la pratica piuttosto in fretta.
Le ospiti mettono il turbo in prossimità dei time out tecnici (8-5 e 16-10) senza che le brianzole riescano a prendere il numero di targa fino al 25-13, intuendo che la corsa sarà impari. Le padrone di casa per la verità provano un timido approccio nel secondo set andando avanti (7-8) ma vengono surclassate dal violento ritorno della Conad che torna a scappare subito (16-10 e 21-11) chiudendo la progressione nuovamente con ampio vantaggio sul 25-14. Il Sanda ritenta l'avvio precedente (7-8) sperando in un destino più fortunato, ma le piacentine rispondono esattamente alla stessa maniera, concedendo solo qualcosa in più. Troppo poco però per le rivali per riaprire i giochi, l'Alsenese transita in assoluta autonomia nelle stazioni intermedie (16-11 e 21-16) giungendo alla metà col pilota automatico sul 25-18.
La prossima - in casa contro l'ostico Brembo Volley - sarà una tappa in cui la Conad vorrà tenere ancora il piede sull'acceleratore.

Sanda Volley Brugherio-Conad Alsenese 0-3
(13-25, 14-25, 18-25)
Sanda Volley Brugherio: Biraschi 11, Giardini 4, Marin 2, Zanini, Tresoldi 2, Passoni 2, Vanini (L); Rasori, Saffiro 2, Lucarelli 5. N.e.: Ronchetti (L), Guastella, Alberti. All.: Fabio Brambilla
Conad Alsenese: Pesce 6, Fanzini 13, Maini 4, Amasanti 10, Losi 3, Ghisolfi 11, Gorreri 1 (L); Ghirardotti, Faccini. N.e.: Magno, Canossini, Gandolfi (L), Rovellini. All.: Marco Scaltriti
Arbitri: Paolo Notarstefano, Lucrezia Sala
Durata set: 22', 26', 28', totale 1h16'.
Simone Carpanini

PAVIDEA: CHE COLPACCIO CON LECCO
La più bella Pavidea dell'anno batte la seconda forza del campionato, surclassandola in tutti i fondamentali e ottenendo una vittoria insperata, anche per questo dal sapore dolce come miele d'acacia. Al limite della perfezione in ricezione, efficaci in battuta e soprattutto feroci nel difendere ogni palla, le biancorosse hanno condotto il match dal primo punto senza mai mollare la presa. E anche quando Lecco, nel terzo set,
ha provato a rialzare la testa, le ragazze di Marini non hanno perso la
lucidità necessaria per ricucire lo strappo e dare l'ultima spallata, decisiva, per chiudere il match.
Parte bene la Pavidea con un ace di Sfogliano e con Alisa Hodzic efficace da posto 2: 8-4 per le biancorosse al primo timeout tecnico. Ma al rientro in campo Fiorenzuola continua a scappare trascinata dai muri di Gaia Sfogliano e dalle bordate di Donida e Hodzic: 18-9 al secondo timeout e coach ospite che prova il cambio in regia. Ma non si ferma la valanga biancorossa che travolge Lecco e chiude 25-15 con un errore in battuta della Mazzaro.

Nella seconda frazione altra partenza sprint delle padrone di casa che scappano grazie a due muri da altezze vertiginose di Hodzic e a Cattaneo che in fast è immarcabile: 8-6 al primo stop. Provano le lombarde a rimanere agganciate al set con Mazzaro che firma due attacchi vincenti da posto quattro, mentre Donida ricaccia indietro le lecchesi ergendosi a protagonista nel finale di set e al secondo timeout Fiorenzuola è avanti 18-13. La ricezione ospite è un disastro e ne approfittano le padrone di casa con l'allungo decisivo chiudendo la frazione 25-16 grazie all'ennesimo errore in battuta stavolta di Arianna Lancini.

Lecco prova a rientrare in partita e ad inizio del terzo parziale prova a scappare con i muri di Ferrario. Regna l’equilibrio e le ospiti producono il massimo sforzo portandosi avanti 14-9 e dando l'impressione di poter riaprire il match. Ma Lecco non ha fatto i conti con la voglia di vincere delle biancorosse che hanno una reazione veemente e piazzano un parziale 9-1 riportandosi avanti 18-15 con Donida e Cattaneo sugli scudi. Arriva anche il 19 pari con un vincente di Mazzaro, ma a quel punto si spegne la luce per Lecco e il finale è solo biancorosso. Ace di Vignola (ottima prova la sua), muro di Donida e due vincenti di Sfogliano: game, set and match per la Pavidea che chiude l’ultima frazione 25-19. Con questa voglia di lottare e di non mollare mai la Pavidea potrà togliersi tante soddisfazioni ma dovrà mettere in campo la stessa determinazione anche in trasferta dove sta soffrendo troppo; oltretutto nelle prossime giornate contro avversarie dirette per la salvezza i punti varranno doppio. L'iniezione di fiducia con la vittoria su Lecco dovrà essere la benzina per accelerare e piazzare lo sprint decisivo nel finale del girone d'andata.

PAVIDEA FIORENZUOLA - PICCO LECCO 3-0
(25-15 25-16 25-19)
Fiorenzuola: Donida 13, Cattaneo 12, Premoli ne, Messaggi ne, Tosi 6,
Riboni ne, Ermoli ne, Coti Zelati (L), Morelli ne, Sfogliano 8, Vignola 3, Hodzic
14, Scapuzzi ne. All. Marini.
Lecco: Boscolo 4, Lancini 6, Pastrengo (L), Ferrario 6, Mazzaro 6, Perego
5, Losa 1, Moreschi ne, Maggi ne, Asiaghi ne, Quartarella, Ulaj ne. All. Borgnolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento