Questo sito contribuisce all'audience di

La Canottieri Ongina si sveglia dal sogno: sconfitta da Campegine saluta i play off

Il cammino dei piacentini si ferma a un passo dal traguardo. I reggiani vincono 3-1 gara3 e si qualificano per la finale che assegnerà un posto in A2

Un attacco di Campegine durante gara3 con la Canottieri Ongina (foto Stefano Milziadi)

LA PARTITA -  La Canottieri Ongina scende in campo con Parisi in palleggio, Cardona opposto, Caci e Nasari in banda, De Biasi e Bonola centrali e Cerbo libero. Campegine risponde con Soli-Bartoli, Cordani e Scaltriti in banda, Miselli e la novità-Bulgarelli al centro e Lanzara libero di ricezione alternato con  Caraffi nella fase break. L’avvio è costellato da un equilibrio del punteggio costellato però da diversi errori in battuta su entrambi i versanti. La Boschi prova ad allungare (13-11), ma Cardona risponde in attacco (14-15). Il regista di casa Soli accusa un lieve malessere e viene sostituito dall’esperto Civa, con Bartoli che intanto firma l’ace del 16-15 (time out giallonero). Dopo la sosta, la Canottieri Ongina sale in cattedra in attacco e controsorpassa con Caci (17-18). De Biasi firma il +2 (21-23), ma il gap viene annullato in extremis dalla Boschi con il muro di Bulgarelli su Bonola (23-23). Altro time out piacentino, Cardona procura la prima palla set ai suoi, annullata da Bartoli. L’ex Cordani spinge Campegine, firmando i due attacchi che valgono altrettanti, distinti set ball locali, l’ultimo dei quali sfruttato con il muro di Miselli su Cardona (27-25).

Nel secondo parziale, la Boschi gioca con Civa rimasto in campo e con Soli forzatamente in panchina. La Canottieri Ongina ha un avvio flash (0-6) trascinata dai muri di Bonola. Bartoli prova a metterci una pezza in battuta (due ace per il 5-8), ma il nuovo entrato Fall (al posto di De Biasi) suona la carica fermando l’opposto di casa con un bel muro (5-12). Coach Levoni spende il secondo time out e rivoluziona il sestetto, ma non riesce a tamponare l’emorragia nel punteggio, con i monticellesi che dilagano fino al facile 8-25 che pareggia i conti.

Il terzo set si apre con il rientro in campo di Soli, anche se Campegine sembra non aver ancora trovato la quadra (0-4 con tre errori in attacco). Qui, però, la Canottieri Ongina non riesce a spingere sull’acceleratore, venendo invece raggiunta da Bartoli a quota otto. L’attacco out di Cardona vale il break di casa (15-13), subito annullato dalla schiacciata fuori di Cordani (15-15), anche se un nuovo attacco out, questa volta di Nasari, regala il 18-16 alla Boschi. Il cambiopalla giallonero è fluido, ma la fase break non incide, così sul 22-21 è il muro di Fall a lanciare la volata. Time out Campegine, botta e risposta tra Cordani e Caci (muro), poi tra i “bomber” Bartoli e Cardona. Nel finale, decidono il servizio sbagliato di Fall e il pallonetto vincente di Scaltriti: 26-24 e 2-1 Campegine.

Il PalaKomodo si scalda e la squadra di Levoni si gasa, fiutando l’impresa, complice un buon rendimento in battuta. La Canottieri Ongina reagisce e resta aggrappata disperatamente alla partita. Campegine mette la freccia con Cordani e con la battuta di Bartoli inframezzati dal time out ospite (17-14). Cardona tiene a galla i suoi (17-16), poi i gialloneri non concretizzano in contrattacco la palla della possibile parità, venendo puniti da Scaltriti. Di fatto, la partita della Canottieri Ongina finisce qui, con il finale che è tutto gialloblù con i turni in battuta di Bassoli (ace del 23-17) e Soli (ace del 25-18).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento