Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Nordmeccanica l'obiettivo è uno solo: «Vincere»

Tante conferme, un ritorno e qualche novità. «Vincere» è la parola d’ordine in casa Nordmeccanica; è stato il mantra delle ultime stagioni, lo è ancora di più nel giorno in cui si presentano i nuovi arrivi Giulia Leonardi, Francesca Marcon e...

Volley - Nordmeccanica l'obiettivo è uno solo: «Vincere» - 1
Tante conferme, un ritorno e qualche novità. «Vincere» è la parola d’ordine in casa Nordmeccanica; è stato il mantra delle ultime stagioni, lo è ancora di più nel giorno in cui si presentano i nuovi arrivi Giulia Leonardi, Francesca Marcon e Alessandra Petrucci. I dirigenti ne approfittano per fare il punto sul mercato, annunciando il ritorno di Floortije Meijners dopo una stagione in Turchia (come già anticipato) che mette un sigillo dorato sulla campagna acquisti. L’altra novità è la denominazione della squadra, che dal prossimo sarà solo Nordmeccanica: «Non abbiamo avuto alcun problema - precisa il presidente onorario Antonio Cerciello - e Rebecchi rimane accanto a noi». Di fatto comunque il marchio Rebecchi scompare dalla pallavolo di vertice dopo dodici anni ininterrotti di Serie A.
Le notizie non sono finite: il nuovo preparatore sarà Gian Paolo Chittolini, nome già conosciuto a Piacenza per essere padre di Sebastiano (protagonista in Emilia e ora in Russia) e fra i professionisti più stimati in ambito sportivo da tantissimi anni.

CRESCERE - «Il nostro obiettivo è chiaro - sono le parole di Antonio Cerciello - vogliamo sempre migliorare. Lo sport è una bella cosa, noi non lo facciamo per guadagnare ma per ottenere risultati perché mi piace vincere. Nordmeccanica è un’azienda leader nel mondo e chi viene da noi deve essere consapevole che trova una società solida e tranquilla. Gaspari ha a disposizione la migliore squadra italiana». E il tecnico, a pochi metri di distanza, sorride.
Quindi arriva una frecciata piuttosto avvelenata ai procuratori: «Quest’anno la nostra politica in tema di campagna acquisti è cambiata. Non ci fidiamo più a occhi chiusi, vogliamo conoscere le atlete direttamente, parlare con loro e sviluppare un rapporto diretto».

EQUILIBRIO - Per creare il nuovo gruppo sono state sufficienti poche settimane, come confermano i registi del mercato Vincenzo Cerciello e Giorgio Varacca.
«Abbiamo dato vita ad una rosa di alto livello tecnico ed equilibrata, partendo dalla ricezione che nel volley femminile è fondamentale. Ognjenovic garantisce grande solidità in regia, mentre Meijners assicura qualità in attacco. La trattativa con l’olandese non è stata facile, penso abbia inciso anche la nostra partecipazione alla Champions. Alcune società italiane hanno rinunciato all’Europa, noi abbiamo rilanciato meritandoci la wild card per la più importante manifestazione continentale, penso sia sintomo della solidità di cui godiamo».
Dopo aver ringraziato tutto il gruppo dell’ultima stagione e gli sponsor che seguono con passione il progetto (fra queste la piacentina Itc Ageco e le internazionali Dow e Siemens) Cerciello allarga il discorso: «La squadra che abbiamo creato è l’esempio vivente di quanto sia seria la nostra società. Non parliamo di possibili investitori o di fusioni, questo deve essere un segnale anche per le istituzioni».

ALCHIMIA - Spazio quindi al direttore generale Giorgio Varacca a cui è toccato il compito di illustrare come si è sviluppato il mercato della Nordmeccanica: «Ci aspettiamo un campionato difficile, perché al via si presenteranno squadre importanti. Noi punteremo su una rosa equilibrata, dobbiamo cercare l’alchimia giusta per creare un gruppo vincente. Siamo riusciti a coprire tutti i ruoli in modo molto più che soddisfacente, puntando su giocatrici europee per evitare problemi al ritorno dalle nazionali e su giovani già di buon livello come Pascucci e Melandri, impegnate con l’Italia a Baku. Senza dimenticare la Petrucci, che sarà utilissima con la sua esperienza, e il ritorno di Meijners, giocatrice di rango internazionale che riportiamo a Piacenza al termine di una trattativa complessa».
Adesso tutto è nelle mani di Gaspari, che dovrà anche cambiare il ruolo (almeno nel club) di Sorokaite, trasferita da schiacciatrice a opposto: «Tecnicamente non ci saranno problemi, stiamo parlando di compiti che Indre già conosce e che svolge volentieri. Abbiamo una squadra competitiva in un campionato che si preannuncia di alto livello».
Matteo Marchetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento