menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Chiara Di Iulio in ricezione (foto Rovellini)

Chiara Di Iulio in ricezione (foto Rovellini)

Volley - Di Iulio: «Non molliamo di un centimetro»

«Non mollo niente. Anzi, non molliamo niente. Non esiste, andiamo sabato a Novara e faremo di tutto per allungare la serie, non arretriamo di un centimetro anche se siamo sotto 2-0». E’ una Chiara Di Iulio ancora carica a mille quella...


«Non mollo niente. Anzi, non molliamo niente. Non esiste, andiamo sabato a Novara e faremo di tutto per allungare la serie, non arretriamo di un centimetro anche se siamo sotto 2-0». E’ una Chiara Di Iulio ancora carica a mille quella che pensa già a gara3 in casa dell’Igor, una sfida che Piacenza ha l’obbligo di vincere se vuole allungare la serie di semifinale.
Il ritorno del confronto con la squadra di Pedullà ha fatto capire che il gap fra le due formazioni non è così elevato come aveva dimostrato la prima sfida. Però le piemontesi hanno qualcosa in più e se la Nordmeccanica Rebecchi vuole vincere deve limare anche le imperfezioni. Come quelle della prima frazione dell’incontro giocato al PalaBanca, quando il sestetto di Gaspari non è riuscito a concretizzare i tanti palloni regalati dalle avversarie.
«Il rammarico maggiore? Forse più che per il quarto set è per il primo - prosegue la Di Iulio - in cui Novara aveva sbagliato tanto e noi non siamo state in grado di sfruttare gli errori delle nostre avversarie. Ma come squadra dobbiamo proseguire su questa strada, cercando di migliorarci ulteriormente perché contro Novara non basta giocare bene».
Certamente però in gara2 si è vista tutta un’altra Nordmeccanica Rebecchi rispetto a quella arrendevole della prima sfida giocata sul campo delle piemontesi.
«E’ vero, e diciamo che la serie non è ancora finita. Io ci credo fino all’ultimo, non dobbiamo mollare niente perché si gioca tre su cinque e la parola “mollare” è vietata. Non dobbiamo arretrare di un centimetro».

Al PalaBanca avete dimostrato di essere al livello di Novara. Vi è mancato solamente lo sprint finale.
«Non lo so quello che siamo o non siamo. Io so solo che noi dobbiamo dare tutto quello che abbiamo dentro, proveremo a non far cadere un solo pallone perché non vogliamo chiudere la stagione adesso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento