menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: il tecnico Chiappini, il presidente Cerciello, il direttore generale Varacca e il capitano Leggeri

Da sinistra: il tecnico Chiappini, il presidente Cerciello, il direttore generale Varacca e il capitano Leggeri

Volley A1 - Nordmeccanica Rebecchi: si parte

Sorrisi lunghi e distesi, un paio di battute e in testa due obiettivi ben precisi: «Confermarsi in Italia per il terzo anno consecutivo e fare meglio in Champions League». In questo clima è iniziata la stagione della Nordmeccanica Rebecchi, con...

Sorrisi lunghi e distesi, un paio di battute e in testa due obiettivi ben precisi: «Confermarsi in Italia per il terzo anno consecutivo e fare meglio in Champions League». In questo clima è iniziata la stagione della Nordmeccanica Rebecchi, con tutte le ragazze presenti al raduno e il presidente Vincenzo Cerciello, affiancato dal direttore generale Giorgio Varacca e dal tecnico Alessandro Chiappini, a fare gli onori di casa nella sede della Nordmeccanica Group. Prima di tutto però gli abbonamenti per la stagione 2014/2015: «Capiamo il momento di difficoltà - ha detto Cerciello - e per questo motivo abbiamo deciso di lasciare inalterati i prezzi per venire incontro ai nostri tifosi».

Si potranno sottoscrivere due tessere differenti, Abbonamento Blu che comprende tutte le undici partite casalinghe di campionato di A1 (esclusi i playoff) al prezzo di 100 per la Tribuna Numerata (80 ridotto) o 70 euro per la Tribuna Libera (50 euro ridotto). Altrimenti c'è l'Abbonamento RossoBlu che comprende le partite interne di campionato, i tre match interni di Champions League e i quarti di finale di Coppa Italia al prezzo di 125 euro (100 ridotto) per la Tribuna Numerata o 100 euro (80 euro ridotto) per la Tribuna Libera, le riduzioni sono per under 18 e over 65. Gli abbonamenti si potranno sottoscrivere al lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19.30 agli sportelli del PalaBanca, oppure registrandosi sul internet sul sito www.bookingshow.it. Nelle prime tre settimane di settembre (fino al 19) si potrà esercitare il diritto di prelazione per i vecchi abbonamenti, mentre dalla terza settimana in poi la vendita sarà aperta a tutti. Si parte lunedì prossimo.

«Ripartiamo convinti di aver allestito una squadra che farà divertire il pubblico - ha detto Cerciello - e puntiamo a riconfermarci in Italia, dopo due scudetti consecutivi, e a fare meglio in Champions League, anche se il primo vero obiettivo che abbiamo nel mirino è la finale di Supercoppa italiana di fine ottobre per completare il "triplete" stagionale». Parole sicure sottolineate anche dal direttore generale Giorgio Varacca. «Iniziamo la stagione con due mesi di anticipo per sviluppare meglio gli allenamenti e disputare un buon numero di amichevoli, il tutto in vista della finale di Supercoppa per la quale non abbiamo ancora una data certa, sembra si giochi il 25 ottobre ma di ufficiale non c'è ancora nulla. In ogni caso quello è il nostro primo obiettivo. Il campionato? Sarà molto equilibrato con sei squadre di livello ai nastri di partenza: noi, Conegliano, Busto, Modena, Novara e secondo me farà bene anche Casalmaggiore».

«La società ha fatto un ottimo lavoro sul mercato - spiega il tecnico Chiappini - e ci attende un campionato difficile e molto equilibrato. Non ci sono squadre che permettono di rilassarsi anche solo per un turno, al contrario il livello si è alzato ma noi non abbiamo paura. Siamo consapevoli di aver costruito una rosa all'altezza, ora dobbiamo diventare una squadra per poi fare bene il nostro gioco. La scelta di iniziare la stagione con due mesi di anticipo è dettata dall'esigenza di arrivare alla finale di Supercoppa già al top della forma e con i meccanismi ben collaudati».


«Oggi ripartiamo da zero - chiude il capitano Leggeri - il gruppo e l'allenatore sono nuovi quindi l'importante sarà essere motivate e contente della scelta fatta. C'è da lavorare molto per acquisire i nuovi meccanismi, ma sono tutte cose che verrano col tempo. Chiappini? E' la prima volta che lavoro con lui ma il suo curriculum parla da solo, ha sempre fatto bene in Italia, all'estero e con le nazionali». Chiusura sulle avversarie: «Alla fine le squadre sono sempre le solite, oltre a Busto attenzione a Novara e Modena. Dobbiamo pensare innanzitutto a noi poi come sempre sarà il campo a parlare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento