menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il muro di Melandri e Pascucci contro il Le Cannet (f. cev.lu)

Il muro di Melandri e Pascucci contro il Le Cannet (f. cev.lu)

Pagelle - Melandri si fa sempre trovare pronta

Giornata tutto sommato tranquilla per la Nordmeccanica, che sbriga la pratica Le Cannet senza faticare più di tanto. Non corre rischi Piacenza e chiude con un netto 3-0 ottenendo la qualificazione al secondo turno di Champions. Le pagelle...

Giornata tutto sommato tranquilla per la Nordmeccanica, che sbriga la pratica Le Cannet senza faticare più di tanto. Non corre rischi Piacenza e chiude con un netto 3-0 ottenendo la qualificazione al secondo turno di Champions.

Le pagelle
Ognjenovic sv: in dubbio fino all’ultimo, entra ma dopo metà set esce trascinata a braccia da medico e fisioterapista. La speranza è di vederla in campo il prima possibile
Petrucci 6,5: scaraventata sul terreno di gioco quando si pregustava una serata tranquilla nella zona delle riserve, non si fa sorprendere. La squadra è subito nelle sue mani e al servizio è una delle più positive
Sorokaite 7: non si riposa mai. Non lo ha fatto in estate per la Nazionale, non lo fa nemmeno adesso perché l’infortunio della Meijners la obbliga a giocare sempre. Lei non si scompone e risulta la miglior marcatrice della gara puntando non solamente sulla potenza, perché è brava anche ad appoggiare palloni difficili che trovano impreparata la difesa francese
Belien 7: datele una fast, lei la metterà a terra. Anche se è a filo rete, le avversarie la aspettano piazzate e non sembra ci sia soluzione. Nel finale si scatena anche a muro
Melandri 7: in campo per Bauer, fa la voce grossa a muro e poi inizia a farsi sentire anche in attacco. Una garanzia, quando Gaspari ha bisogno lei risponde sempre alla grande
Pascucci 6: si prende una serata di riposo in seconda linea, dove fatica parecchio. In attacco trova sicurezza nel finale, a muro è sempre attenta
Marcon 6,5: la battuta avversaria fa l’impossibile per evitarla, perché ogni volta che la palla passa dalle sue parti finisce precisa sulla testa dell’alzatrice. Attenta anche in difesa, in attacco arriva qualche colpo dei suoi ma non è devastante

Leonardi 6: paga qualche imprecisione nella zona di conflitto con Pascucci in ricezione. In difesa e in copertura invece è il solito gatto
Valeriano 6,5: una sorta di cambiale, Gaspari la mette in campo e va all’incasso. Entra e piazza subito due battute insidiose, in ricezione è il solito granito e nello sprazzo che gioca in prima linea riesce anche ad arricchire il tabellino

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento