menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La grinta di Giulia Leonardi (f. Rovellini)

La grinta di Giulia Leonardi (f. Rovellini)

Le pagelle - Leonardi entusiasma come un attaccante

«Il primo set è stato di una bellezza unica». Non usa giri di parole Marco Gaspari per analizzare la vittoria con Casalmaggiore. Il tecnico non nasconde la soddisfazione per un successo di squadra, arrivato...




«Il primo set è stato di una bellezza unica». Non usa giri di parole Marco Gaspari per analizzare la vittoria con Casalmaggiore. Il tecnico non nasconde la soddisfazione per un successo di squadra, arrivato anche grazie a chi è entrato dalla panchina diventando subito protagonista.
Una sfida particolare per per Marika Bianchini, capace l'anno scorso di vincere lo scudetto con la maglia delle lombarde: «Avevo dentro un'esplosione di emozioni» racconta, soddisfatta per quanto fatto al servizio e in un quarto set giocato da titolare. «Il secondo posto è fondamentale» spiega Melandri, che pensa già anche alla Coppa Italia.

Le pagelle di Normdeccanica-Casalmaggiore
Ognjenovic 6,5
: Gaspari a fine partita la descrive così: «Le dai un paio di soluzioni e lei sceglie sempre la migliore». Commette qualche imprecisione e un solo errore grave, quando manda sul nastro una palla di seconda intenzione con Piacenza in rimonta nel finale di primo set. Per il resto se il muro di Casalmaggiore non è devastante è anche merito suo
Sorokaite 6,5: quando si scatena è implacabile, gioca un secondo set in cui vince quasi da sola. In quello successivo cala tutta il gruppo, lei esce per esigenze di squadra e non rientra più, ma la sua prova rimane comunque di spessore
Belien 7: una centrale che ha quasi un tabellino da opposto. Ognjenovic la cerca, lei si fa sempre trovare pronta
Bauer 6+: si fa sorprendere a muro in un paio di occasioni nella parte iniziale dell’incontro. In attacco parte così così, poi cresce ma nel momento migliore Gaspari gli preferisce Melandri. Come Sorokaite accetta per esigenze di squadra, da vero capitano
Meijners 7: la marcano strettissima, lei sbaglia qualcosa di troppo ma alla fine come al solito è in assoluto la miglior marcatrice. Ormai un tabellino talmente scontato da essere noioso
Marcon 6,5: in una serata in cui non trova soluzioni in attacco ha l’enorme pregio di capire quanto possa essere importante anche solamente in seconda linea. Non abbassa un istante la concentrazione e si conferma di nuovo fondamentale per l’equilibrio di tutta la squadra
Leonardi 7: uno dei pochi liberi capaci di entusiasmare il pubblico come gli attaccanti che mettono palla a terra nei tre metri. Coperture e difese sui pallonetti strepitose, in ricezione è una giornata a livelli normali
Bianchini 7: contro la sua ex squadra è una partita particolare. Lei entra e fa rimpiangere Casalmaggiore di averla lasciata andare la scorsa stagione. Impressionante come riesca a farsi sempre trovare pronta anche nei momenti più importanti diventando decisiva con il servizio. Gioca titolare il quarto set e lo fa bene

Melandri 6,5: in un set riesce a diventare la miglior muratrice della sua squadra mettendosi in luce anche in attacco. Di ghiaccio
Pascucci sv

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento