Domenica, 19 Settembre 2021
Dilettanti

Paolo Braiati si ricandida alla presidenza della Figc Emilia-Romagna

Il programma completo del numero uno uscente

OBIETTIVI

Totale opposizione del CRER all’abolizione del vincolo sportivo e alla estensione delle norme lavoristiche, previdenziali e assicurative, con norme contributive e fiscali, ai lavoratori sportivi del settore dilettantistico. Sul vincolo sono oltre quindici anni che ciclicamente la Lega Nazionale Dilettanti si batte contro la proposta della sua abolizione. Ma è sempre stata una battaglia limitata all’ambito federale, anche se qualcuno ha tentato più volte di estenderla a livello governativo. Fin qui il movimento ha sempre avuto ragione, però ora è più difficile. Fedele al proprio motto, #fattinonparole, il CRER si è attivato autonomamente con le istituzioni politiche, contattando l’On. Andrea Rossi (componente della VII Commissione parlamentare che ha esaminato il provvedimento del Ministro dello Sport), per ottenere il miglior risultato possibile su temi decisivi per il presente e il futuro delle Società. Il primo risultato raggiunto è stato l’abrogazione dell’art. 108 della Legge di Bilancio da parte della competente Commissione parlamentare che stabiliva l’applicazione dell’IVA sui proventi istituzionali, come ad esempio quelli derivanti dai servizi di iscrizione e frequenza delle scuole di calcio. Negli incontri è stato anche affrontato il tema dei lavoratori sportivi. Secondo il Presidente Braiati le proposte del Governo sono inconciliabili con il dilettantismo sportivo, e neppure si è pensato a una una tipizzazione agevolata dei contratti concernenti il rapporto di lavoro. Con l’On. Rossi si è inoltre insistito sulla necessità di chiarire ulteriormente la definizione di “lavoratore amatoriale”, includendovi quelle figure indispensabili per l’attività quali il segretario, il custode dell’impianto sportivo, ecc., in modo da tutelare al massimo gli interessi delle Società, ponendole al riparo da interpretazioni difformi da parte degli organi di controllo

Il rapporto con le Società non è mai mancato. A prescindere dalle loro diverse necessità, alle quali si è sempre fatto fronte, prima dell’inizio dei campionati si sono svolti incontri con i Club appartenenti alle diverse categorie, in collaborazione con le Delegazioni Provinciali, per l’organizzazione dell’attività. Anche grazie all’utilizzo delle moderne tecnologie, nel nuovo mandato del Presidente Braiati saranno intensificati gli incontri con le Società, al fine di conoscere sempre più rapidamente e profondamente le loro esigenze, ribadendo così la centralità dei Club nel calcio dilettantistico regionale

Un pensiero particolare alla Terza Categoria. Il Presidente Braiati ne ha sempre sostenuto, oltre alla pari dignità rispetto alle altre categorie, l'importanza nell’ambito federale anche per superare gli effetti competitivi della concorrenza sul territorio da parte degli Enti di Promozione Sportiva. E’ la Categoria di “ingresso”, in cui per la prima volta le Società conoscono la Federazione e le sue regole, per cui è necessario che questo inserimento sia estremamente facilitato, per dar modo alle nuove Società di “ambientarsi”. A questi Club si rivolgono il provvedimento che stabilisce la gratuità dei diritti di iscrizione a favore delle nuove affiliate e l’abolizione dell’obbligo dell’allenatore abilitato. Un traguardo raggiunto dopo una una battaglia di quasi quattro anni, condotta e vinta dal Presidente Braiati, deciso a dar seguito a questa linea anche nel suo prossimo mandato

Il Calcio Femminile è una realtà consolidata nel panorama italiano. Merita la stessa dignità di quello maschile e, anche grazie ai recenti risultati della nostra Nazionale, è entrato nelle case degli italiani. Il CRER tiene in grande considerazione i progressi del Calcio Femminile a livello nazionale e si è impegnato affinché possa crescere ulteriormente in Emilia Romagna, dove ha bisogno di strutture dedicate e di una nuova spinta propulsiva. Per conseguire questi obiettivi, il Comitato Regionale si è mosso concretamente per la realizzazione di un Centro Federale Femminile, progetto che è già da tempo al vaglio della Lega Dilettanti, e ha individuato, nell’ambito delle proposte per la composizione del prossimo Consiglio Direttivo, una giovane figura femminile che opererà in collaborazione con il Responsabile Regionale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Braiati si ricandida alla presidenza della Figc Emilia-Romagna

SportPiacenza è in caricamento