Varie

Collaboratori sportivi, utilizzo degli spogliatoi, tracciamento: ecco le risposte del Dipartimento dello Sport relative al Green pass

Tutti i chiarimenti sull'utilizzo o l'esenzione della Certificazione verde, che rimane obbligatoria per tutte le attività al chiuso

Il Dipartimento per lo Sport ha fatto illustrato nuovamente la normativa per il contenimento del Covid19 attraverso una serie di domande dirette a cui viene data una risposta definitiva. Stando a quanto riportato, sono esonerati dall’obbligo del green pass i collaboratori sportivi, mentre la certificazione verde rimane obbligatoria per chi svolge attività al chiuso. Documentazione necessaria anche per chi, magari svolgendo sport all’aperto, si allena temporaneamente in palestra. E’ consentito l’utilizzo degli spogliatoi.

INDICAZIONI GENERALI

Qual è la differenza tra attività dilettantistica e attività ludico-amatoriale?

L’attività sportiva dilettantistica è svolta all’interno di una cornice organizzata e riconosciuta da enti sportivi (Federazioni sportive nazionali, Enti di promozione sportiva e Discipline sportive associate) mediante tesseramento ad una ASD/SSD.

L’attività ludico-amatoriale è invece svolta in autonomia, in forma privata, generalmente senza tesseramento (es. partita di calcetto organizzata tra amici o colleghi) o, comunque, qualificata come amatoriale.
 

Quali sono gli sport di contatto?

In termini generici, ci sono sport che prevedono contatto diretto o indiretto tramite l’attrezzatura sportiva tra i giocatori. A seguito dell’emergenza epidemiologica e dell’esigenza di limitare al massimo le occasioni di contagio, è stato necessario disciplinare la tematica con l’emanazione del decreto del Ministro dello sport 13 ottobre 2020 che indica quali siano gli sport da contatto e quali di questi, in caso di restrizioni, sia possibile svolgere in forma individuale. 
 

Cosa si intende per “attività svolta in forma individuale”?

Si intende l’attività sportiva o motoria svolta anche in più persone, ma senza contatto tra loro. Possono essere svolti in forma individuale allenamenti relativi a sport di squadra o di contatto.

Cosa si intende per palestra?

Con il termine “palestra” si intende qualunque tipologia di locale o insieme di locali al chiuso o insieme di locali in cui viene svolta attività fisica o motoria a secco.
Tale attività può essere svolta in forma individuale, di squadra o di contatto, indipendentemente dall’utilizzo di attrezzi, dalla presenza di spogliatoi, di servizi igienici e docce.
 

Cosa si intende per eventi e competizioni riconosciuti di preminente interesse nazionale?

La definizione comprende tutti i confronti competitivi fra due o più atleti organizzati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate o Enti di Promozione Sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, alla presenza di tecnici sportivi e di ufficiali di gara abilitati, nel rispetto del Protocollo di contrasto al COVID-19 adottato per la specifica disciplina sportiva, inseriti nel calendario agonistico quali gare nazionali, previo provvedimento da parte del CONI o del CIP.
Come riportato sulla pagina dedicata nel sito del CONI, gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono tutti gli eventi e le competizioni ricompresi nell’arco temporale dello stato di emergenza - programmati e fissati con sufficiente anticipo nei calendari agonistici, con date e luoghi certi, dalle Federazioni Sportive Nazionale, dalle Discipline Sportive Associate, dagli Enti di Promozione Sportiva ovvero dagli Organismi Sportivi Internazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collaboratori sportivi, utilizzo degli spogliatoi, tracciamento: ecco le risposte del Dipartimento dello Sport relative al Green pass

SportPiacenza è in caricamento