Mercoledì, 23 Giugno 2021
Varie

Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

Il titolare del dicastero dello Sport: «Decisione approvata in Consiglio dei Ministri insieme a tutele per i lavoratori sportivi, professionismo femminile e accesso degli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari»

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport

E’ già scontro totale sull’eliminazione del vincolo sportivo annunciato da Vincenzo Spadafora e approvato ieri dal Consiglio dei Ministri all’interno dei decreti di riforma dello sport che riguardano anche tutele per i lavoratori sportivi, il professionismo femminile e l’accesso degli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari e nei corpi civili dello Stato.

Di fatto se ci sarà un via libera definitivo, ora infatti la discussione deve passare alla conferenza delle Regioni e alle commissioni parlamentari competenti, verrà eliminato il vincolo sportivo per i più giovani e per i dilettanti, mentre per i professionisti lo stop è datato addirittura 1981. A oggi il vincolo sportivo è il legame tra un atleta dilettante e una società dopo il tesseramento; nel calcio dura dal compimento dei 16 anni (in alcune occasioni anche dai 14) fino ai 25.

Per poter cambiare squadra al 30 giugno di ogni anno, oggi all’atto del tesseramento andrebbe effettuato il cosiddetto “svincolo per accordo” tra il calciatore e la società. In sostanza se il calciatore avesse intenzione di cambiare società lo può fare solo con il consenso del club di appartenenza. Oltre i 25 anni, invece, il calciatore può chiedere autonomamente alla Federazione di essere svincolato d’ufficio ogni anno.

Nel momento in cui la nuova norma verrà definitivamente approvata invece questa regola decadrà automaticamente, anche se sarà sostituita da un premio di preparazione per garantire alle società che formano i giovani di ottenere comunque un riconoscimento economico.

Si parla di

In Evidenza

-

Potrebbe interessarti

Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

SportPiacenza è in caricamento