menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ciclismo - 50 anni di storia del Gs Cadeo - 1

Ciclismo - 50 anni di storia del Gs Cadeo - 1

Ciclismo - 50 anni di storia del Gs Cadeo

Le varie maglie appese al ristorante, pioggia di premiazioni, interminabili tavolate dai Giovanissimi in sella nei mesi scorsi fino a chi il sodalizio l’ha visto crescere nel corso dei decenni, con presente e futuro a due passi dal glorioso...

Le varie maglie appese al ristorante, pioggia di premiazioni, interminabili tavolate dai Giovanissimi in sella nei mesi scorsi fino a chi il sodalizio l’ha visto crescere nel corso dei decenni, con presente e futuro a due passi dal glorioso passato. Quest’anno, il tradizionale pranzo di fine stagione del Cadeo Carpaneto Ciclismo ha avuto un sapore particolare, festeggiando non solo il 2016 in sella del sodalizio piacentino (con la premiazione di tutti gli atleti del vivaio), ma anche la storica ricorrenza del cinquantesimo di fondazione del Gs Cadeo, “papà” ciclistico dell’attuale team delle due ruote presieduto da Mauro Veneziani, al timone dal 2010, anno del passaggio nel vicino paese di Carpaneto.



All’appuntamento conviviale a Ciriano hanno partecipato diverse autorità, partendo dal sindaco di Carpaneto Gianni Zanrei e dal consigliere delegato provinciale Stefano Perrucci, per arrivare a volti noti del panorama delle due ruote come Giovanni Cerioni (presidente uscente Federciclismo provinciale e per quasi un decennio presidente del Gs Cadeo), Giulio Maserati e Matteo Provini, rispettivamente presidente e direttore sportivo della Viris Maserati, società dilettantistica legata da un rapporto di collaborazione con il Cadeo Carpaneto Ciclismo. Anche quest’anno non è voluto mancare Giancarlo Otelli, patron dell’Aspiratori Otelli che insieme alla realtà piacentina dà vita al vivaio che sfocia nelle formazioni Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco Baiocchi Cadeo Carpaneto, “guidate” dalla plurima Juniores maschile. I trascorsi “rosa” del sodalizio piacentino erano rappresentati nell’occasione da Elena Franchi, ora Donna Elite al Vaiano e da Esordiente e Allieva al Cadeo Carpaneto.



Ma la giornata è stata l’occasione per celebrare la storia del Cadeo, tra atleti e dirigenti che hanno segnato i cinque decenni sui pedali. Così, a più riprese e con diversi riconoscimenti, sono stati premiate figure storiche come il direttore sportivo Renzo Busetti (quest’anno alla guida degli Allievi), Cesare Narcisi (presidente dal 1992 al 2009 del Gs Cadeo), Fiorenzo Provini (primo segretario dello storico sodalizio) e tanti altri. Per la ricorrenza, sono stati preparati premi per i ventuno campioni italiani della storia e per coloro che sono approdati al professionismo vestendo prima lamaglia del Cadeo come per esempio Giancarlo Perini, Samuele Marzoli, Daniele Bruschi e Giairo Ermeti. Quest’ultimo, non potendo essere presente, ha voluto scrivere un appassionato messaggio, elogiando la cultura della multidisciplinarietà ciclistica (tema attuale) già in tempi precedenti.



Dal versante amministrativo, il sindaco Zanrei e Perrucci hanno rinnovato il proprio impegno facendo trasparire fiducia sulla concreta realizzazione del ciclodromo a Carpaneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento