Questo sito contribuisce all'audience di

E' una Juventus destinata a parlare piacentino? Simone Inzaghi fra i più seri candidati alla successione di Allegri

L'attuale tecnico della Lazio potrebbe fare coppia in bianconero con Fabio Paratici, Chief Football Officer della società torinese

Simone Inzaghi, fresco vincitore della Coppa Italia (foto Trongone)

E se la Juventus parlasse sempre più piacentino? Dopo l’addio alla panchina bianconera di Massimiliano Allegri, ufficializzato questo pomeriggio sul sito della società, impazzano le voci sul prossimo allenatore. Insieme al presidente Andrea Agnelli e al suo vice Pavel Nedved fa parte del triumvirato chiamato a decidere il nome del nuovo tecnico anche Fabio Paratici, Chief Football Officer della società torinese.

Nel gruppo dei candidati è entrato di prepotenza Simone Inzaghi, amico d’infanzia di Paratici ed attuale tecnico della Lazio, con cui ha vinto proprio pochi giorni fa la Coppa Italia. Il tecnico piacentino, nativo di San Nicolò, si è messo in luce negli ultimi anni alla guida della squadra biancoceleste conquistando anche una Supercoppa e meritando gli elogi per il tipo di calcio proposto. Certo, visto lo spessore della Juventus il piacentino non è l’unico candidato e l’elenco comprende la crema degli allenatori mondiali, da Guardiola a Pochettino passando per Conte e Sarri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma allo stato attuale, considerando che alcuni di questi tecnici sono sotto contratto e di fatto irraggiungibili, il nome più accreditato pare essere quello di Simone Inzaghi. Sabato, nel corso della conferenza stampa convocata dalla Juventus e a cui prenderanno parte sia il presidente Andrea Agnelli sia Massimiliano Allegri, forse si saprà qualcosa di più del futuro bianconero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento