rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Serie D - Punto robusto del Piacenza sul campo del Palazzolo. Termina senza reti, biancorossi a -3 dalla vetta

Gara molto equilibrata (0-0) davanti a oltre 200 tifosi arrivati da Piacenza. In vetta sale la Varesina (57), perdono Caldiero (55) e Arconatese (53), il Piace si prende a conti fatti un buon punto e mantiene la testa della classifica a portata di tiro. Domenica al Garilla arriva il Legnano terzultimo

San Rocco Trasporti Banner

A conti fatti è un punto robusto quello che il Piacenza strappa sul campo del Palazzolo al termine di una settimana decisamente importante per i biancorossi, che mettono via 7 punti in tre partite (con una vittoria ad Arconate e un pari a Palazzolo in due scontri diretti) e si portano al terzo posto in classifica a quota 54 punti, davanti c’è il Caldiero che perde (1-0) in casa delle penultima Crema e rimane a 55 mentre in vetta sale la Varesina che sbanca 0-2 il campo del Caravaggio portandosi a 57 punti. Insomma, in fin dei conti va bene anche così, con la testa della classifica che rimane a +3 e un Piacenza solido che a Palazzolo rischia poco, spreca un paio di occasioni buone ma, in fin dei conti, porta a casa un pareggio che appare giusto davanti agli oltre 200 tifosi arrivati dal centro emiliano.
Nella ricorsa dei biancorossi c’era il progetto di tuffarsi dentro a marzo a ridosso della vetta e la rincorsa iniziata a ottobre con Rossini è quasi completata, ora il Piace dovrà fare bottino pieno nelle partite più semplici in attesa degli scontri diretti (trasferte in casa del Caldiero e nella tana del Brusaporto, oltre che all’ultima giornata a maggio a Varese) anche se, c’è da dire, che di partite semplici proprio non ce ne sono: basti pensare che oggi il Caldiero ha perso la testa della classifica perdendo in casa del Crema terzultimo. Da oggi mancano solo nove giornate al termine del campionato e ogni risultato andrà soppesato molto attentamente.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Leggi qui risultati e classifica dopo la 29a giornata

Il campo di Palazzolo regge nonostante le forti piogge degli ultimi giorni, la cornice di pubblico è decisamente bella (oltre 200 da Piacenza) e Rossini gioca molto con la formazione di partenza, rischiando una coppia inedita a centrocampo con Artioli e Bachini, ai lati Kernezo e Ndoye. Davanti D’Agostino in appoggio a Recino.
Si parte col Palazzolo che inizia a viso aperto, grande intensità e corsa, i locali schiacciano il Piace nella propria trequarti e i biancorossi ci mettono un buon quarto d’ora prendere le misura sui lombardi. Al 18’ Napoletano dalla difesa pesca Kernezo a fondo campo, cross sul palo per D'Agostino che appoggia a Ndoye, brutta conclusione alta da ottima posizione. Al 22’ sulla punizione dalla trequarti spizzata di Recino in area per Ndoye che entra e batte a rete in diagonale, fuori di poco e al 25’ Kernezo spara fuori di testa (beccato da D’Agostino) tutto solo in piena area. Si corre veloce verso il riposo, la gara è molto intesa ma di occasioni ce ne sono poche, se non quasi nulle. Meglio il Palazzolo in possesso territoriale, con alcune fiammate che mettono a dura prova la coppia Artioli-Bachini di centrocampo, il Piacenza però punge di più quando attacca sfruttando ampiezza e velocità.

Rossini nella ripresa prova ad alzare il livello della qualità in costruzione con Corradi (al posto di Artioli) che in effetti è mancata nel primo tempo. Il canovaccio non cambia più di tanto, il Piace riesce a guadagnare qualche metro, ma spesso cade nel fuorigioco dei padroni di casa che al 52’ sfiorano il vantaggio con l’incornata di Montesano: Moro esplosivo sulla linea devia in corner. Nella seconda parte della ripresa il Piacenza prova a mantenere una certa pressione offensiva, entra Zini per Kernezo, domina la confusione (70’) e molta imprecisione in fase di rifinitura con il Palazzolo che pressa a tutto campo e il Piacenza che non trova la chiave né per vie centrali né sugli esterni. Al 73’ l’occasione più bella per il Piace: Ndoye fa tutto bene e avvia la ripartenza, palla centrale per Corradi che apre Zini, l’esterno spreca il diagonale da dentro l’area, ma riesce a rimettere in mezzo per Ndoye che in acrobazia va a botta sicura però Mangiapoco sulla linea salva tutto. Il Palazzolo inizia a mollare la pressione (quattro cambi per tenere alta l’intensità), il Piacenza prova ad alzare ancora il regime del motore: entra Marquez per il rush finale (fuori Recino). Proprio al 90’ gli emiliani protestano per un sospetto fallo in area sul Facu, il pareggio sembra andare a entrambe e così si viaggia fino al 95’. Domenica Piacenza che torna in campo al Garilli contro il Legnano terzultimo in classifica.

Palazzolo-Piacenza 0-0
Primo tempo 0-0

Palazzolo: Mangiapoco, Oliveri (23’ st Agostini), Bane, Montesano, Gualandris, Boschetti (31’ st Di Masi), Ciccone (31’ st Tremolada), Cuel, Muhic, Arras (23’ st Bini), De Angelis. A disposizione: Valtellini, Orlandi, D’Iglio, Pedone, Paderno. All.: Didu.

Piacenza (4-4-2) - Moro; Napoletano, Silva, Somma, Iob; Kernezo (22’ st Zini), Artioli (1’ st Corradi), Bachini, Ndoye; D’Agostino, Recino (39’ st Marquez). A disposizione: Maianti, Del Dotto, Russo, Tourè, Berton, Gandolfi. All.: Rossini.

Arbitro: Toro di Catania (assistenti Petralin di Vicenza e Popovic di Padova)

Note - Ammoniti: Oliveri, Montesano, Silva, Gualandris, Bachini. Recuperi: 2’ pt, 5’ st

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D - Punto robusto del Piacenza sul campo del Palazzolo. Termina senza reti, biancorossi a -3 dalla vetta

SportPiacenza è in caricamento