Dilettanti

Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

E' ancora da comprendere bene la linea guida sul calcio dilettantistico che lascia aperti gli eventi di interesse regionale e nazionali. Da capire anche la situazione dei campionati giovanili Regionali e Interprovinciali

E’ ancora da comprendere bene il Dpcm varato dal Governo nel punto sullo sport. Dal testo si evince che “sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni di interesse regionale e nazionali mentre l’attività dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relativa agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non per gare e competizioni”.
Per quanto riguarda il calcio, all’interpretazione della Gazzetta dello Sport, il livello regionale arriva fino alla Prima Categoria e in alcuni casi alla Seconda Categoria. Stop quindi alla Terza Categoria e nel piacentino anche alla Seconda A, da capire la Seconda B perché è formata sì da piacentine ma c’è anche il Sissa che è della provincia di Parma e il San Rocco che, sebbene sia sotto la Figc locale, è comunque in Lombardia. Quest'ultimo punto però come detto andrà chiarito sulla Seconda Categoria che comunque in teoria sarebbe regionale e in alcuni posti potrebbe giocare.

Stando al Dpcm, dunque, rimangono in piedi Serie D, Eccellenza, Promozione e Prima Categoria. Da capire anche la situazione dei campionati giovanili Regionali e Interprovinciali.

Solo allenamenti per le scuole calcio, per gli impianti resta il tetto dei 1000 all’aperto e dei 200 al chiuso, salvo diverse disposizioni regionali 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

SportPiacenza è in caricamento