menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Fiorenzuola non sa più vincere, con il Castelvetro finisce 1-1

Lo Bello porta in vantaggio i rossoneri nel primo tempo, nella ripresa il pareggio firmato da Lessa Locko. In classifica la formazione di Dionisi incassa l'aggancio di Imolese e Villabiagio

Neppure al sesto tentativo il Fiorenzuola riesce a ritrovare la via della vittoria. Il 2018 continua a restare stregato per i rossoneri, ai quali non basta il vantaggio firmato da Lo Bello nel primo tempo per tornare al successo. Il Castelvetro si fa vedere una sola volta dalle parti di Vagge, intorno al quarto d’ora del secondo tempo, e affonda il colpo con Lessa Locko. Per i rossoneri ci sarebbe tutto il tempo per organizzare una reazione, ma il gol incassato sembra paralizzare Guglieri e compagni, che non trovano mai la giocata giusta. E così in classifica il Rimini allunga a più nove e il Fiorenzuola viene agganciato al secondo posto da Imolese e Villabiagio. Niente di grave, considerando i programmi estivi della società rossonera, ma un pizzico di rammarico resta, perché la (quasi) invincibile armata della prima parte della stagione, sembra essersi davvero smarrita.

Al consueto 4-3-3 del Fiorenzuola il Castelvetro risponde con quattro difensori, tre centrocampisti e un trequartista alle spalle di Cheli e Lessa Locko, i due attaccanti. Il primo affondo è del Fiorenzuola, Cosi ci prova da venti metri e sfiora il palo alla destra di Rossin. Dopo la folata iniziale, la spinta della formazione guidata da Alessio Dionisi sembra affievolirsi, mentre il Castelvetro insiste sul gioco di rimessa. Intorno alla metà del tempo l’allenatore del Fiorenzuola accentra la posizione di Bouhali e cambia la disposizione tattica dei suoi, passando al 4-2-3-1. Poco oltre la mezz’ora i rossoneri tornano a pungere e sfiorano il vantaggio: è Bosio, approfittando di un traversone di Guglieri, a cogliere il palo, con Rossin immobile. Poco dopo, però, il portiere del Castelvetro non può nulla sul morbido tocco a scavalcare di Lo Bello, imbeccato alla perfezione da Bouhali. Non ci sono sostituzioni nell’intervallo e così in campo tornano i ventidue che avevano iniziato la partita. La ripresa si apre sulla falsariga della prima frazione, con il Fiorenzuola che tiene il pallino del gioco e il Castelvetro che prova a ripartire. Dopo un colpo di testa fuori bersaglio di Bosio, alla prima vera occasione la formazione guidata da Mezzetti trova il pareggio: è Lessa Locko (beccato nel primo tempo dagli ignobili ululati razzisti di una parte degli ultras del Fiorenzuola, richiamati nell'intervallo da un appello diffuso dalla società) a fulminare Vagge con una conclusione che si insacca nell’angolo alto dove il portiere rossonero non può arrivare. Pregevole la giocata dell’attaccante del Castelvetro, ma da censura la copertura di Nava. Ci mette qualche minuto la formazione guidata da Dionisi a rialzare la testa. Prima c’è una protesta per una doppia trattenuta nell’area ospite, e capitan Guglieri rimedia un giallo per proteste, poi è Contini con il sinistro a impegnare Rossin a terra. L’arrembaggio finale del Fiorenzuola è comunque poco lucido e per nulla incisivo, il Castelvetro si difende senza sbavature e Rossin deve solo sbrigare l’ordinaria amministrazione.


Fiorenzuola 1

Castelvetro 1

Fiorenzuola (4-3-3): Vagge 6; Nava 5 (17’ st Contini 6), Benedetti 6, Bruzzone 7 (25’ st Varoli 6), Guglieri 6; Collodel 6, Mazzotti 5,5, Cosi 6 (25’ Cremonesi); Lo Bello 7 (6’ st Perrotti 5), Bosio 6, Bouhali 6,5 (37’ Bigotto sv). Panchina: D’Apolito, Cestaro, Cesari, Marra. All. Dionisi

Castelvetro (4-3-1-2): Rossin 6; Davighi 6,5, Tos 6, Ristori 5,5, Calanca 6; Cozzolino 6 (42’ st Taviani sv), Covili 6, Magliozz 6i; Falanelli 5,5; Lessa Locko 7 (28’ st De Pietri sv), Cheli 5 (6’ st Zagari 6). Panchina: Tabaglio, Zouhri, Rondinelli, Ubaldi, Asante, Bartorelli. All. Mezzetti

Arbitro: Pelagatti di Livorno (D’Onofrio-Tinello)

Note: giornata fredda, terreno in buone condizioni, spettatori 400 circa. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Azeglio Vicini, ex commissario tecnico della Nazionale. Ammoniti Falanelli (C), Bouhali (F), Guglieri (F). Angoli 2-0. Recupero 0’- 5’

Reti: 34’ pt Lo Bello (F), 16’ st Lessa Locko (C)  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento