rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Dilettanti

Insulti razzisti a un arbitro sul campo del San Corrado. La società: «Non accettiamo simili comportamenti, puniremo il responsabile»

L'episodio durante una partita del campionato provinciale Under 19. Il presidente Rigolli: «La persona coinvolta ha chiesto scusa, ci piacerebbe che questo avvenisse anche in un incontro pubblico con il direttore di gara»

Ancora un episodio di razzismo sui campi del calcio piacentino. Teatro di una giornata da dimenticare è il terreno del San Corrado, dove si gioca la partita di Under 19 provinciali fra i padroni di casa e la Turris. Durante l'incontro l’arbitro espelle il tecnico del San Corrado che non la prende bene e insulta il direttore di gara per il colore della pelle. Accomodatosi in tribuna la partita prosegue e non appena gli ospiti commettono un fallo l’allenatore riparte con nuovi offese razziste.

Ora la palla passa al giudice sportivo, chiamato a valutare una eventuale sanzione da comminare all’allenatore, ma anche in casa San Corrado prendono le distanze dall’episodio definito «un brutto momento che non si deve ripetere». Il presidente Cesare Rigolli non era presente alla partita ma si è immediatamente attivato per ricostruire quanto successo e per fare chiarezza sulla vicenda. «Come società – spiega con fermezza – non accettiamo simili comportamenti, soprattutto da parte di adulti che per me sono principalmente educatori. Ho parlato con il nostro tecnico, che vedrò direttamente nelle prossime ore, e lui si è scusato per quanto è successo. Ora attendiamo l’eventuale squalifica del giudice sportivo, ma posso garantire che qualunque sia la decisione noi ne prenderemo una ancora più severa perché non tolleriamo simili offese su un campo da calcio, specialmente sul nostro che è all’ombra di un campanile della chiesa».

Per il tecnico arriverà una doppia punizione, ma Rigolli tiene anche a precisare un altro aspetto. «Ribadisco con fermezza: nessuna giustificazione. Ma questo allenatore è con noi da quattro anni, ha avuto in squadra ragazzi di colore e tanti stranieri e mai ha mostrato il minimo atteggiamento razzista».

Il presidente del San Corrado va già oltre e propone un incontro fra i diretti interessati. «Il San Corrado porge ufficialmente le scuse all’arbitro e lo stesso fa anche il nostro allenatore. Ma per rendere l’evento ufficiale mi piacerebbe che ci fosse un faccia a faccia a cui prendano parte anche Angelo Gardella, delegato provinciale della Figc, e Domenico Gresia, presidente degli arbitri piacentini. Un modo per chiarirsi, fermo restando che questo non andrà in alcun modo a incidere sull’eventuale squalifica decisa dal giudice sportivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti a un arbitro sul campo del San Corrado. La società: «Non accettiamo simili comportamenti, puniremo il responsabile»

SportPiacenza è in caricamento