Questo sito contribuisce all'audience di

Eccellenza - L'Agazzanese mira in alto, Melotti: «Non siamo appagati, vogliamo fare bene»

La formazione piacentina inizia domenica gli spareggi, primo turno contro il Poggibonsi

Sandro Melotti, tecnico dell'Agazzanese

Parte da Poggibonsi il sogno dell’Agazzanese di mettere le mani sulla promozione in Serie D. La strada non è lunga, è lunghissima, ma il solo fatto di poterla iniziare è già un grande risultato. Doppia sfida andata e ritorno contro il Poggibonsi nel primo giro degli spareggi, se l’Agazzanese passa il turno avrà comunque poche possibilità di essere ripescata. Se, invece, passa anche il successivo turno - affronta la vincente dello spareggio tra Marche e Abruzzo - sempre su gara di andata e ritorno allora le probabilità aumenteranno notevolmente. Tuttavia qui siamo eccessivamente avanti, all’orizzonte c’è la doppia sfida contro il Poggibonsi: andata in Toscana il 19 maggio e ritorno la settimana successiva.
A mettere la firma in calce a una stagione eccezionale in Eccellenza il tecnico Sandro Melotti, che da qualche anno tira fuori prestazioni molto positive (è arrivato sulla panchina dell’Agazzanese nel febbraio 2016) plasmando lo spogliatoio «sul gruppo» tanto per usare le sue parole.

Mister, come arrivate a questo importante appuntamento?
«La squadra sta davvero bene, abbiamo raggiunto questa seconda posizione che a inizio stagione non si poteva mettere in preventivo ma strada facendo siamo cresciuti e ora ci troviamo questa doppia sfida contro il Poggibonsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con quali aspettative affrontate questo primo atto degli spareggi?
«Il secondo posto in stagione non ci deve appagare, ho detto ai ragazzi che non si devono cullare su questo risultato perché in fin dei conti non abbiamo vinto nulla. E’ adesso, in questo momento, che c’è in palio qualcosa di importante e dobbiamo lottare per prendercelo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

  • Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso: «Vediamo una diminuzione degli accessi, la situazione inizia a essere più gestibile»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento