menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tecnico Rossini

Il tecnico Rossini

Carpaneto - Scocca l’ora del derby. Rossini: «Gara importante più per la classifica»

Domenica alle 14,30 al “Comunale” terza sfida stagionale tra Coppa e campionato tra le uniche due rappresentanti piacentine in categoria.

Dopo quattro mesi e mezzo è nuovamente tempo di derby tra Fiorenzuola e Vigor Carpaneto 1922, le due rappresentanti piacentine nell’universo-serie D che domenica alle 14,30 si ritroveranno di fronte per il derby di campionato, in programma al “Comunale” del capoluogo valdardese. La sfida, la numero tre della stagione, è valida come trentunesima giornata del girone D e metterà di fronte due squadre con obiettivi contrapposti: il Fiorenzuola di Alessio Dionisi non vuole farsi sfuggire i play off, mentre la Vigor di Stefano Rossini vuole coronare la missione della salvezza diretta senza passare dalle sabbie mobili dei play out.
Nell’ambiente del calcio piacentino, alto è l’interesse per una sfida che quest’anno torna dopo quasi un quarantennio (campionato di Promozione 1978-1979). In casa biancazzurra, comunque, l’attenzione è sempre rivolta al discorso-salvezza, con la Vigor che arriva all’appuntamento con 37 punti, a +7 sulla zona play out e con una striscia di sei risultati utili consecutivi, frutto di una vittoria e cinque pareggi, l’ultimo dei quali mercoledì nel recupero casalingo contro la Pianese (1-1).

A presentare la partita è il tecnico del Carpaneto Stefano Rossini. “A me – osserva Rossini – il fattore-derby interessa poco, è molto più una partita importante per la classifica. Non ci aspetta sicuramente un compito facile, come del resto non lo è mai ogni domenica in questo campionato. Sono convinto che il nostro salto di qualità da compiere sia l’aspetto mentale”. Focus sul Fiorenzuola di Alessio Dionisi. “Se è lì in alto in classifica – spiega l’allenatore della Vigor Carpaneto – vuol dire che merita sicuramente; è una squadra di qualità, che gioca bene e ha individualità. Non a caso ha guidato la classifica per tutto il girone d’andata”.
A proposito d’andata: al “San Lazzaro” la Vigor riuscì a passare subito in vantaggio per poi controllare bene la situazione, salvo poi subire in pieno recupero il pareggio rossonero a firma di Cestaro. “Per fare risultato – prosegue l’allenatore biancazzurro – dobbiamo avere come loro corsa e intensità, perché senza è difficile fronteggiarli. E’ vero che all’andata non avevamo ancora il possesso palla che abbiamo costruito nel frattempo, ma questo fattore da solo non basterebbe, anche perché il Fiorenzuola è molto aggressivo. Dovremo essere bravi quanto loro, se non di più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento