menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I bomber delle due squadre, da sinistra Centofanti e Roncarati

I bomber delle due squadre, da sinistra Centofanti e Roncarati

Brescello-Carpaneto: la partita che vale un campionato

Il conto alla rovescia sta per assottigliarsi sempre di più. L'appuntamento è per domenica alle 15,30 quando in terra reggiana andrà in scena la sfida tra Brescello e Vigor Carpaneto 1922, match-clou di Promozione che decreterà la regina del...

Il conto alla rovescia sta per assottigliarsi sempre di più. L'appuntamento è per domenica alle 15,30 quando in terra reggiana andrà in scena la sfida tra Brescello e Vigor Carpaneto 1922, match-clou di Promozione che decreterà la regina del campionato e di conseguenza la promossa in Eccellenza. Il Brescello arriva all'incontro con due punti di vantaggio sui piacentini e quindi sarà promosso sia in caso di vittoria sia di pareggio; dal canto suo, invece, la Vigor Carpaneto 1922 è "condannata" a vincere per piazzare il colpo di reni decisivo per il sorpasso finale. Spettacolo garantito, insomma, con il termometro dell'attesa che sale durante la settimana in vista del big match.

Iniziamo la marcia di avvicinamento alla sfida calcistica intervistando i "bomber" delle due squadre: Stefano Roncarati per il Brescello (23 reti) e Fabio Centofanti per la Vigor Carpaneto 1922 (14). Due pedine di classe e di esperienza a servizio delle relative formazioni, imbottite oltretutto di altri ottimi giocatori che renderanno ancor più avvincente il duello.

QUI VIGOR - In casa piacentina, Fabio Centofanti (fratello del celebre Felice) è il miglior marcatore della Vigor Carpaneto 1922 con 14 reti. Classe 1974, l'attaccante teramano è alla seconda stagione alla corte del presidente Rossetti. "E' ovvio - commenta Centofanti - che il Brescello sia la squadra favorita, avendo due risultati su tre a disposizione e giocando in casa. Noi cercheremo di mettere in campo tutto ciò che abbiamo: il Brescello è una squadra quadrata, che subisce poco ed è forte in tutti i reparti. Nel match d'andata a Carpaneto (vinto 3-1 dai reggiani, ndc) mi aveva fatto una bella impressione, mentre noi eravamo un po' in calo". Quindi aggiunge. "Ora stiamo attraversando un buon periodo, abbiamo trovato la quadratura del cerchio dopo un periodo di appannamento. Cercheremo di vincere questa partita: sarebbe una bella soddisfazione. E' vero che abbiamo a disposizione solo un risultato, ma cercheremo comunque di essere compatti, attenti e con una condotta di gara solida. A mio avviso, vincerà chi starà meglio mentalmente". Infine traccia un bilancio personale della stagione fin qui percorsa. "E' stata una buona annata, anche se poi tutto è legato ai risultati: meglio fare meno gol e centrare obiettivi importanti di squadra. Siamo in corsa sia per il campionato sia per la Coppa e sarebbe bello festeggiare almeno uno dei due traguardi. Quest'anno ho segnato 14 gol in campionato, anche se io me ne sento 17 avendo fatto tripletta al Royale Fiore (match poi dato perso a tavolino alla Vigor, ndc). Un po' come la Juventus con gli scudetti", chiude scherzando.


QUI BRESCELLO - In casa reggiana, invece, il "bomber" è Stefano Roncarati, a segno la bellezza di 23 volte in questo campionato. Numeri importanti, che del resto incoronano l'attaccante nato a Parma nel 1976 come attuale capocannoniere del girone A di Promozione. "Siamo favoriti - spiega Roncarati guardando al match di domenica - giocando in casa e avendo due risultati su tre a disposizione, mentre forse il Carpaneto era favorito a inizio stagione. Il match d'andata ci ha permesso di capire chi avevamo di fronte e che non eravamo da meno. Aver vinto ci ha dato consapevolezza mentale; forse il Carpaneto ha una rosa numericamente più competitiva rispetto alla nostra". Quindi fa le carte al match. "Siamo due squadre a vocazione offensiva e chiudersi e ripartire non fa parte del dna. A mio avviso ci saranno gol ed è una partita da tripla in schedina, con lo 0-0 risultato meno probabile. Per battere il Carpaneto servirà una grande partita: viceversa, se fossimo superficiali o non attenti, la Vigor potrebbe farci molto male. Dipenderà molto da noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento