rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Dilettanti

Squalifica per offese razziste, la Libertas presenta reclamo. «Stiamo pensando se querelare l'arbitro per false dichiarazioni»

Ricorso della società piacentina dopo lo stop per dodici giornate a un proprio tesserato. Chiamati a testimoniare anche i giocatori della squadra avversaria

Come preannunciato già poche ore dopo la notizia della squalifica, l’Audax Calcio Libertas ha presentato reclamo contro lo stop per dodici giornate di Simone Mannu, tesserato per la società piacentina e accusato di avere rivolto insulti razzisti all’arbitro.

Il ricorso alla Corte sportiva di Appello territoriale è redatto dall’avvocato Giuseppe De Falco e, in sintesi, nega che ci siano state offese rivolte al direttore di gara legate al colore della pelle. Probabile, stando a quanto scrive la società piacentina, che l’arbitro abbia compreso erroneamente quanto detto dal giocatore, visto il momento concitato e la distanza fra le parti di almeno cinque metri. Il calciatore non nega di aver rivolto una frase inappropriata (della quale si scusa) e quindi non chiede la cancellazione totale della squalifica, ma un sensibile ridimensionamento. La Libertas è al fianco del proprio tesserato perché vuole allontanare dal proprio nome un’accusa che ritiene ingiustificata, a tutela di una società che annovera circa 200 tesserati di tutte le etnie.

A testimoniare sono chiamati anche i giocatori della squadra avversaria, il San Nicolò, che avrebbero sentito in modo chiaro quanto detto da Mannu al direttore di gara e potrebbero dunque riportare le esatte parole.

Christian Cella, presidente della Libertas, va oltre. «Il reclamo è già pronto, ma stiamo valutando anche se presentare una querela nei confronti dell’arbitro per false dichiarazioni e conseguente diffamazione. Potremmo riservarci di chiedere pure i danni morali, visto che il nostro calciatore in questi giorni è stato sottoposto a una gogna mediatica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Squalifica per offese razziste, la Libertas presenta reclamo. «Stiamo pensando se querelare l'arbitro per false dichiarazioni»

SportPiacenza è in caricamento