rotate-mobile
Appuntamenti

“Storie di sport”: lunedì 8 aprile la presentazione del nuovo libro di Mauro Molinaroli

Appuntamento alle 18 nella Sala Panini del PalabancaEventi per ripercorrere un secolo di sport piacentino

Sarà presentato lunedì 8 aprile alle 18 alla Sala Panini del PalabancaEventi (già Palazzo Galli) il nuovo libro di Mauro Molinaroli dal titolo “Storie di sport” (MM), 272 pagine che ripercorrono attraverso sessantatre ritratti, cent’anni di sport piacentino, dal 1920 al 2020. A presentare questa nuova fatica letteraria, una iniziativa promossa dalla Banca di Piacenza, saranno presenti oltre all’autore, Roberto Reggi, presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Totò De Vitis, direttore tecnico del Piacenza calcio e Alessandro Bossalini, tecnico della Nazionale assoluta di Spada. Modererà l’incontro il giornalista Giorgio Lambri, caposervizio della redazione sportiva di “Libertà”.

Un poderoso e voluminoso lavoro che mette in fila i protagonisti delle varie discipline sportive che hanno saputo lasciare il segno nella storia e nella vita. Da Pino Dordoni a Sandro Puppo, dai mitici Gazzosini a Rodolfo Betta (il primo piacentino che prese parte al Tour de France). Paola Scotti, la prima campionessa italiana di ciclismo femminile nel 1962, Ippolito Sanfratello, Giordano Maioli, Bruno Polidoro, Giuseppina Bersani, Saba Amendolara e diversi biancorossi che hanno fatto la storia del Piacenza. Da Carlo Girometta, olimpionico nel 1936 insieme a Sandro Puppo a Tino Molina, tecnico che portò il Piacenza in serie B nel 1969. Ma anche i “Papaveri” e Dario Seratoni, Titta Rota e Gigi Cagni, i grandi protagonisti della serie A. E ancora, pugili, ciclisti del valore di Giorgia Bronzini.

Cento anni di storie, di emozioni, di successi e di sconfitte. Ma soprattutto un secolo di vite vissute, in cui il ricordo, la storia e la memoria si fondono in una narrazione autentica e profondamente sincera. Alcuni dimenticati dal tempo, altri ancora oggi nella mente di tanti. Sono scelte di cuore e di passione, di sportivi destinati a far parte di un ideale Pantheon di uomini illustri grazie alle loro imprese e alle loro fatiche. Ancora: Luciana Meles, Claudia Salvarani, Alessandro Bossalini, Angela Tassi, Felice Baldini, Pippo e Simone Inzaghi, Gino Rossi e Aldo Longinotti e tanti altri protagonisti di un secolo, il Novecento, accompagnato da profondi cambiamenti e da vicende straordinarie: “Un tentativo – spiega l’autore – di narrare attraverso emozioni e ricordi più o meno lontani, figure che hanno dato tanto alla comunità piacentina, attraverso una narrazione letteraria che vede lo sport come fenomeno sociale oltre che sportivo”. E questa narrazione di fatto ci riporta tra storia e leggenda, tra passato e presente in un mondo, quello sportivo, che Molinaroli riesce a rendere sociale, vita e memoria, ricordi tirati fuori da un immaginario archivio che comprende la promozione in serie A del Piacenza Calcio nel 1993 ma anche le innumerevoli fatiche di Giancarlo Perini, gregario di lusso che ha disputato dieci giri d’Italia e altrettanti Tour de France, assaporando il Galibier e sfidando il Mont Ventoux.

Storie andate, vite vissute come quella di Alberto Galandini, biancorosso doc, espressione del calcio anni Sessanta che ha dato tanto ai colori biancorossi ma che ha dovuto smettere giovanissimo dopo la prematura morte del padre, per portare avanti l’azienda di famiglia. E poi la grande tradizione della scherma, da Bruno Polidoro ad Alessandro Bossalini, passando per Saba Amendolara, Giuseppina Bersani, Gianni Giacobbi e Carlo Polidoro, quasi a chiudere un cerchio che non si chiude perché il Circolo Pettorelli è oggi fiore all’occhiello dello sport italiano. Infine i fratelli Cavanna, Celeste Cavaciuti, Tarquinio Provini e Beppe Gabbiani, quasi a dire che l’Emilia è terra di motori che rombano ancora oggi. Ognuno ha tanta storia, verrebbe da dire, il lavoro di Mauro Molinaroli pone un mattone nella letteratura sportiva andando a ritroso nel tempo ma anche nel cuore dei personaggi che descrive. Uomini come tanti, coi loro pregi, i loro difetti e i loro trionfi.

Mauro Molinaroli-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Storie di sport”: lunedì 8 aprile la presentazione del nuovo libro di Mauro Molinaroli

SportPiacenza è in caricamento