Venerdì, 19 Luglio 2024
Appuntamenti

Serata spettacolare in Piazza Molinari per il Centenario del Fiorenzuola e i primi 50 anni dei Bees

Alla festa hanno partecipato grandi nomi del presente e del passato delle due squadre, per la gioia dei tanti tifosi accorsi all'evento.

Fiorenzuola freme per il Centenario dell' Us e il cinquantesimo compleanno dei Bees. Piazza Molinari, luogo prescelto per l'evento, già dalle 20:30 comincia a riempirsi di persone, impazienti di celebrare i ragazzi delle due squadre che hanno dato spettacolo in quest'annata sportiva. Dopo un video di presentazione con le foto dei più grandi successi delle due squadre ecco che la cerimonia può davvero partire, con l’acclamato Pierluigi Pardo primo a prendere la parola annunciando ufficialmente l'inizio dell'evento. L'intervento comico dell'ex Fiorenzuola Gene Gnocchi, perfettamente a suo agio accanto al giornalista di Dazn prestato momentaneamente  al ruolo di spalla, precede una compilation di video-saluti per le due squadre di Fiorenzuola da parte di
diverse celebrità del mondo del calcio e del basket, da Luca Toni a Marco Belinelli.

Segue la consegna di una targa commemorativa ad Antonio Villa, storico ex- presidente dell'Us Fiorenzuola negli anni '90, che ha ricordato con emozione i momenti vissuti alla guida della squadra rossonera. "Sono stati anni bellissimi, di un calcio più vero e più semplice, fatto di persone di valore. Ai miei tempi c'era più competizione, ma nonostante quello ci siamo tolti tante soddisfazioni" ha spiegato Villa.

Stefano Alberti, attuale presidente dei Bees, figlio dello storico presidente ed attuale presidente onorario Fabio Alberti, è intervenuto in seguito, facendo il punto della situazione della squadra negli ultimi anni, esprimendo tutta la sua soddisfazione per l'ottima prima parte di stagione ed in generale per gli ultimi anni in Serie B vissuti dalla compagine Giallonera da assoluta protagonista Al presidente  sono state consegnate due targhe commemorative, volte a celebrare il lavoro svolto da padre e figlio in questi anni per la società cestistica Fiorenzuolana. Una targa commemorativa è stata consegnata in seguito anche a Mario Bricchi alla memoria del padre Roberto, storico volto dell'Us Fiorenzuola a cui verrà dedicato il nuovo Centro Sportivo Academy in sintetico dedicato al settore giovanile della squadra rossonera.

Accolto da scroscianti applausi è intervenuto anche il presidente dell'Us Fiorenzuola Pinalli: "Sono molto soddisfatto della stagione appena finita, soprattutto  di aver centrato la salvezza senza passare per i playout.
Momenti clou della stagione sono stati sicuramente la vittoria in 10 contro la Feralpi Salò, che ci ha sicuramente dato tanto morale, così come la vittoria nel derby contro il Piacenza al Garilli. L'obiettivo di quest'anno è costruire qualcosa di importante, sebbene siamo solo al primo anno tra i professionisti, puntando molto sull'ottimo settore giovanile in cui crediamo molto" ha spiegato il presidente prima di ricevere una targa, dedicata come espresso dallo stesso Pinalli, "anche a tutti i soci".

Spazio sul palco di piazza Molinari anche per Ioan Gherasim, campione italiano di Kick Boxing. "Per me Fiorenzuola è una seconda casa, anche se non sono italiano" ha commentato commosso il fighter prima di ricevere la targa commemorativa. Terminata la consegna altro giro di auguri per le due società, mandati per l'occasione da diversi uomini di sport tra cui Marco Materazzi, Alessio Dionisi e il Chacho Rodriguez.

Accolti da un altra marea di applausi sono intervenuti anche il mister dell'Us Fiorenzuola Tabbiani e il capitano Ettore Guglieri. "Questi 8 anni sono veramente volati, ormai queste persone sono una vera famiglia. È stata una stagione fantastica, ma sicuramente la partita più bella è stata quella contro la Juve" ha spiegato il difensore appena ritiratosi che entrerà dall'anno prossimo nello staff tecnico di mister Tabbiani, anch'egli visibilmente soddisfatto.
“La mia idea di calcio non è ispirata a nessuno, cerco di copiare da tanti bravi allenatori, soprattutto italiani come De Zerbi. Il Fiorenzuola e tutti  i suoi uomini, dai magazzinieri alla società, è ormai diventata una vera famiglia, con cui spero di continuare a lungo e a cui non posso che fare i miei più sentiti ringraziamenti" ha spiegato il mister.
"Se Dybala volesse venire noi siamo pronti, ora tocca al presidente" ha concluso ridendo il tecnico rossonero. Dopo aver presentato alcuni dei più brillanti talenti delle giovanili rossonere, come Tommaso Danini, Christian Ferrari e Riccardo Ruggeri, l'attenzione si è posta sulla Primavera 4, premiata squadra dell'anno. I ragazzi, che quest'anno hanno raggiunto la finale del campionato di Primavera 4, accompagnati da mister Turrini sono poi stati raggiunti dal responsabile dell'Academy Settimio Lucci. Questi si è mostrato ampiamente soddisfatto, dichiarando come, grazie a ragazzi e mister, la Primavera 4 sia sulla buona strada per togliersi delle belle soddisfazioni.
"È stata una stagione fantastica, in cui il risultato deve passare in secondo piano dato che l'obiettivo è far crescere i ragazzi facendoli arrivare in prima squadra. Sono stato molto fortunato ad allenare giocatori cosi, ragazzi eccezionali, con un immenso spirito di sacrificio" ha commentato il tecnico della Primavera Francesco Turrini.

A ragazzi e staff della Primavera rossonera sono succeduti sul palco Giacomo Filippini, capitano dei Bees, e Andrea Zagni, Direttore sportivo. Quest'ultimo ha espresso tutta la sua soddisfazione per l'ottimo campionato di cui sono stato autori i cestisti gialloneri, calati un po' nel finale ma comunque bravi a salvarsi con più di 10 giornate di anticipo. Come per l'Us Fiorenzuola, anche per i Bees sono stati presentati alcuni giovani prospetti del settore giovanile, l'under 13 Nicholas Volpicelli, l'under 17/under 15 Samuele Dario e l'Aquilotto Martino Belli. A loro sono succeduti gli Esordienti di HSB Carpaneto, centro Minibasket amico di Fiorenzuola Bees che ha conquistato il campionato provinciale di categoria.
In chiusura di serata sono intervenuti nuovamente il presidente Pinalli e il presidente Alberti, che dopo essersi ringraziati reciprocamente hanno porto ulteriori ringraziamenti ai presenti e a Pierluigi Pardo, che ha condotto magistralmente la serata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serata spettacolare in Piazza Molinari per il Centenario del Fiorenzuola e i primi 50 anni dei Bees
SportPiacenza è in caricamento