Questo sito contribuisce all'audience di

Pessima Piacenza per oltre metà gara: Ravenna vince e spinge i biancorossi fuori dalla zona play off

La formazione di Giuliani si sveglia solamente una volta sotto 2-0 e 17-11, riesce a portare la gara al quarto set dove però cede i tre punti ai romagnoli. E adesso la Wixo Lpr scivola in nona posizione

Alessandro Fei è stato uno dei pochi a salvarsi

Prima cosa da evitare: cercare alibi perché vincendo il quarto set Piacenza avrebbe potuto allungare la partita. Il miracolo era già riuscito nel terzo, non si può verificare nel campo dei biancorossi per due volte nel giro di mezz’ora. I parziali dicono che le ultime due frazioni sono state equilibrate, ma sono solamente i numeri finali a sostenerlo, perché in realtà fino al 17-11 del terzo set in campo si è vista solamente Ravenna, brava poi a riprendersi dopo lo schiaffo subito nel finale di parziale in cui la Wixo Lpr ha compiuto l’impresa allungando la gara.

La realtà che è che i biancorossi sprecano l’ennesima occasione per respirare in graduatoria distanziando una diretta concorrente e dopo aver lasciato campo libero a Padova si ripetono anche contro Ravenna, che peraltro era reduce da tre sconfitte consecutive e non attraversava un buon periodo. Invece Piacenza l’ha fatta rinascere, dimenticando di scendere sul terreno di gioco per oltre due set e mezzo. E non può bastare l’assenza di Manià a giustificare una prova così sottotono dei biancorossi, completamente evanescenti al servizio e per lunghissimi tratti mai presenti nemmeno in difesa. La battuta è stata il fondamentale peggiore dei padroni di casa; la formazione di Giuliani dai nove metri ha sbagliato tantissimo senza nemmeno forzare e comunque in generale Orduna ha sempre giocato con la palla sopra la testa. Ancora una volta a preoccupare è stato per un lunghissimo periodo l’atteggiamento di Piacenza, che ha visto scappare gli avversari senza mai nemmeno tentare una minima reazione. Ed è anche vero che forse, visto l’andamento di tutta la squadra, attingere prima dalla panchina sicuramente male non avrebbe fatto. Yosifov ha lasciato spazio a Di Martino in modo definitivo dopo tre set e mezzo in cui in campo si è visto il fantasma di uno dei migliori centrali del campionato e visto il rendimento degli schiacciatori nella prima parte dell’incontro anche Hershko avrebbe probabilmente meritato qualche scambio in più sul terreno di gioco.

Considerato che Fei è stato l’unico sempre in partita, il reparto degli attaccanti di banda in questo momento è quello più complesso da gestire da parte di Giuliani che di fatto ha una sola alternativa. Marshall ha giocato a pieno regime solo due partite ed è fuori dal 22 ottobre; d’accordo che ha accusato una ricaduta ma al termine della stagione regolare mancano due mesi e a questo punto diventa fondamentale recuperarlo immediatamente. Leo sta facendo l’impossibile per aiutare la squadra (anche a livello mentale, immaginate cosa significhi per uno come lui non attaccare e giocare solo da libero), ma in questa fase riaverlo completamente a disposizione diventa indispensabile. Per quanto riguarda Hershko non sembra convincere totalmente Giuliani soprattutto in seconda linea e con Ravenna gli equilibri nel settore erano già delicati, considerata l’assenza di Manià; ma è anche vero che peggio di così difficilmente sarebbe potuto andare.

Ancora una volta bisogna guardare al futuro e pensare ai prossimi impegni, si torna in campo il 4 gennaio a Vibo Valentia, però le occasioni alla portata iniziano a ridursi e prima o poi finiranno; la Wixo Lpr non può gettarle tutte al vento ed è bene prendere atto che oggi Piacenza, scivolata in nona posizione, sarebbe fuori dai play off.

LEGGI LA GARA PUNTO A PUNTO

PIACENZA – RAVENNA 1-3

(21-25, 18-25, 35-33, 24-26)

WIXO LPR PIACENZA: Clevenot 18, Alletti 9, Fei 21, Parodi 12, Yosifov, Baranowicz 4; Marshall (L), Kody 1, Hershko 1, Di Martino 4, Cottarelli. Ne: Giuliani L. All. Giuliani A.

BUNGE RAVENNA: Diamantini 8, Orduna 1, Marechal 14, Georgiev 11, Buchegger 23, Poglajen 16; Goi (L), Raffaelli, Pistolesi, Gutierrez. Ne: Mazzone, Vitelli e Marchini (L). All. Soli

ARBITRI: Puecher e Vagni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NOTE: Spettatori 2100, incasso 14700. Durata set:  26’, 24’, 42’, 31’; tot. 123’

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento