menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione di Radici, Ter Horst e Tavares alla Banca di Piacenza

La presentazione di Radici, Ter Horst e Tavares alla Banca di Piacenza

Volley - «Sarà un Copra Ardelia spettacolare»

Ancora una volta il Copra Ardelia mostra le due facce della stessa medaglia. Allo stesso tavolo si siede il nuovo, con il tecnico Andrea Radici e i giocatori Thijs Ter Horst e Miguel Tavares Rodrigues, e le...





Ancora una volta il Copra Ardelia mostra le due facce della stessa medaglia. Allo stesso tavolo si siede il nuovo, con il tecnico Andrea Radici e i giocatori Thijs Ter Horst e Miguel Tavares Rodrigues, e le conferme rappresentate dalla Banca di Piacenza. Le strade fra l’istituto di credito e la società biancorossa che sembravano essersi divise proseguono invece parallelamente per la soddisfazione di ambo le parti. Lo conferma Pietro Coppelli, direttore della banca, seduto nella Sala Ricchetti a fianco del nuovo amministratore delegato Dario Ruggieri e del direttore generale Gabriele Cottarelli: «Confermiamo - sono le parole di Coppelli - quanto la banca locale sia attenta alle esigenze del territorio». Da lunedì chi vorrà acquistare l’abbonamento potrà farlo anche rivolgendosi alla sede centrale di via Mazzini, dove uno sportello sarà interamente dedicato all’acquisto delle tessere del Copra Ardelia.
Ruggieri e Cottarelli hanno ringraziato per «aver reso possibile la prosecuzione della collaborazione», quindi tutti i riflettori puntati sui nuovi arrivi.

SPETTACOLO - «Radici - sono parole del direttore generale - ha lavorato molto bene in passato, le sue squadre hanno sempre mostrato un ottimo volley e noi per raggiungere i nostri obiettivi dobbiamo giocare bene e dare spettacolo. Abbiamo una rosa con giocatori esperti e giovani, in quest’ultima categoria rientrano sia Tavares sia Ter Horst. Il primo è stato regista del Portogallo in World League, è talentuoso e nel nostro campionato avrà la possibilità di crescere soprattutto avendo un maestro come Vermiglio. Lo schiacciatore invece l’ho portato in Italia quando ero a Verona, adesso arriva a Piacenza per ritagliarsi un ruolo importante. Questa deve essere la sua stagione, ha l’obbligo di puntare a un ruolo da titolare in Nazionale mentre nel Copra Ardelia non può accontentarsi di recitare da rincalzo, diventando uno dei titolari».
Portoghese e olandese ringraziano e mostrano un italiano già buono (Tavares è a Piacenza solo da un mese), sottolineando entrambi l’opportunità che avranno al Copra Ardelia «squadra importante e conosciuta, in cui si gioca per vincere in ogni competizione».

MIX - Lo sa bene Andrea Radici, il condottiero del nuovo progetto in cui l’obiettivo è ancora rimanere al vertice. «Abbiamo un gruppo in cui i giovani reciteranno una parte importante soprattutto in tema di quantità e qualità del lavoro. A loro chiediamo entusiasmo in allenamento, mentre giocatori come capitan Zlatanov, Papi, Vermiglio e il leader silenzioso Tencati riescono a dare l’esempio ogni giorno in palestra anche senza parlare».
Il primo bilancio dopo un mese di allenamenti è giocoforza parziale: «Stiamo ancora lavorando su situazioni piuttosto semplici, senza coinvolgere tutti i giocatori contemporaneamente. Per questo il giudizio sul gioco di squadra è temporaneamente sospeso anche se vedo ogni giorno massima attenzione e professionalità da parte di tutti. Adesso i parametri sono buoni e il gruppo risponde in modo efficace; arriva il momento più bello, quello che ci porterà fino all’avvio della stagione, e noi siamo pronti sui blocchi».

ATTESE - Gli obiettivi si conoscono ormai a memoria, anche se Radici chiede ancora un po’ di tempo per conoscere la squadra. «Faccio fatica a capire dove potremo arrivare con certezza, ma le prospettive sono buone. In A1 ci sono almeno 4-5 formazioni al nostro livello, in Champions il cammino è ancora più complesso ma vogliamo almeno superare il primo turno. Senza dimenticare che partire bene in Supercoppa potrebbe aiutarci a velocizzare i nostri processi».
Il tutto in attesa dell’arrivo di Mario Junior e Le Roux, impegnati nelle fasi finali dei Mondiali.
«Volete sapere se avrei preferito averli a disposizione prima? Per l’amalgama di squadra sicuramente sì, ma giocare una rassegna iridata fino all’ultimo pallone è uno stimolo enorme per ogni atleta. Li avremo a disposizione più tardi ma in forza e motivati».

AMICHEVOLE CON MILANO
Intanto venerdì alle 18.15 arriva al PalaBanca la Revivre Milano, formazione neopromossa nella massima serie. E’ il primo appuntamento del nuovo Copra Ardelia contro una pari categoria; l’ingresso è libero e per l'occasione dalle 17.30 alle 19.00 le casse del PalaBanca saranno aperte per la sottoscrizione dei nuovi abbonamenti e il ritiro delle tessere.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento