Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza opaca, Verona vince 3-0

A Santo Stefano l’Lpr sperava di portare nuova linfa alla classifica e soprattutto di ricevere una sporta di certezze sul piano del gioco. Invece torna dalla trasferta di Verona solamente con considerazioni negative. La prima arriva dalla...

Volley - Piacenza opaca, Verona vince 3-0 - 1
A Santo Stefano l’Lpr sperava di portare nuova linfa alla classifica e soprattutto di ricevere una sporta di certezze sul piano del gioco. Invece torna dalla trasferta di Verona solamente con considerazioni negative. La prima arriva dalla graduatoria: il netto 3-0 a favore della Calzedonia è la terza sconfitta consecutiva in Superlega per i biancorossi che vedono scappare gli Scaligeri (ora avanti di quattro lunghezze) e retrocedono al settimo posto, superati anche da Monza. Oltretutto la squadra di Giuliani deve iniziare a guardarsi alle spalle, perché la vittoria di Vibo in casa di Molfetta porta la Tonno Callipo e soli tre punti di distanza.
La seconda giunge dal risultato: nel primo set Piacenza non scende neppure in campo, subisce un pesante 25-16 per reagire in modo davvero concreto solamente nella combattuta terza frazione. Ma il 3-0 a favore di Verona, che presentava per la prima volta in panchina Nikola Grbic, riporta gli emiliani indietro nel tempo. Più precisamente al 9 ottobre, unica giornata in cui la squadra di Giuliani (in casa della Lube) uscì dal campo senza aver conquistato nemmeno un set.

MARSHALL LOTTA MA NON CE LA FA
Terza considerazione negativa, forse la più preoccupante in questo momento della stagione: Leo Marshall non sta bene e ormai è chiaro che i tentativi di mandarlo in campo nonostante il dolore al tendine del ginocchio sono falliti. Che avesse dei problemi si era capito già a Perugia e poi ribadito in Coppa Italia contro Molfetta. Il confronto con Verona era troppo importante per non tentare un recupero in extremis, ma ormai è evidente che il cubano in queste condizioni non è di nessuna utilità a Piacenza. A Verona gioca da titolare i primi due set senza incidere, poi lascia il campo e può solamente dare qualche suggerimento durante i time out. A questo punto uno stop per risolvere definitivamente la questione sembra improcrastinabile; Leo è troppo importante per l’equilibrio della squadra e la soluzione migliore è quella di concedergli il tempo necessario per recuperare al cento per cento puntando ad averlo al top nella fase clou della stagione. Fino a quel momento spazio a Parodi e a capitan Zlatanov, uno che quando si tratta di prendersi le proprie responsabilità non arretra di un solo centimetro.

LA FALSA PARTENZA ASPETTO SU CUI INTERROGARSI
Tornando alla sfida con Verona, i biancorossi iniziano a giocare nel secondo set, dopo un avvio totalmente da dimenticare. E la falsa partenza è un aspetto su cui lo staff dovrà lavorare; quest’anno è già capitato altre volte a Piacenza di svegliarsi un po’ troppo tardi. Contro formazioni di lignaggio inferiore l’Lpr può anche portare a casa la pelle, di fronte a squadre al proprio livello rimanere troppo a lungo sui blocchi rischia di diventare fatale.
Complessivamente comunque la squadra di Giuliani non è in serata, di fronte a un gruppo di Lupi Biancorossi sempre pronti a sostenerla anche nei momenti difficili. Lo si capisce nel finale di secondo set, quando per la prima volta gli ospiti mettono la testa avanti con due punti consecutivi di Parodi che regalano il 19-18 e il primo vantaggio della partita a Piacenza. Invece di sfruttare il momento positivo, arrivano in rapida successione l’errore al servizio di Hernandez e quello in attacco di Parodi. Sommati al fortunoso ace di Djuric (palla sul nastro a poi a terra) i due sbagli segnano un solco importante fra le squadre.
E la situazione si ripete anche nella terza frazione in cui l’Lpr ha il merito di combattere fino all’ultimo pallone prima di alzare bandiera bianca. Però la squadra di Giuliani avanti 18-16 subisce un parziale di 4-0 frutto di tre imprecisioni: la prima di Hierrezuelo in difesa, quindi un’invasione a muro di Hernandez e l’errore in ricezione di Papi. Poi si va ai vantaggi, ma la coda nel punteggio si poteva evitare con un pizzico di attenzione in più. Piacenza non riesce a sfruttare addirittura 5 set point, due dei quali sprecati con servizi spediti in rete, prima di regalare con un’invasione ai padroni di casa il decisivo match point finalizzato da un Djuric concreto, miglior marcatore della gara e trascinatore insieme a un immarcabile Kovacevic, che come all’andata ha fatto impazzire il muro biancorosso.

CALZEDONIA VERONA-LPR PIACENZA 3-0
(25-16, 25-22, 35-33)
CALZEDONIA VERONA: Baranowicz 1, Kovacevic 16, Anzani 8, Djuric 19, Randazzo 11, Zingel 2, Frigo (L), Giovi (L). N.E. Ferreira, Stern, Lecat, Mengozzi, Paolucci. All. Grbic
LPR PIACENZA: Hierrezuelo 6, Clevenot 10, Tencati 0, Hernandez Ramos 10, Marshall 5, Alletti 6, Parodi 4, Yosifov 6, Manià (L), Papi (L), Cottarelli 0. N.E. Zlatanov, Tzioumakas. All. Giuliani
ARBITRI: Goitre, Braico
NOTE - durata set: 22', 26', 40'; tot: 88'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Out il servizio di Randazzo per il 31-30 Lpr, in rete quello di Yosifov. Il lungolinea di Hernandez vale il 32-31 Piacenza, Hierrezuelo spedisce in rete il servizio del 32-32. Alletti firma il 33-32, Djuric sfonda il muro a tre piacentino per il 33-33. Invasione di Piacenza al termine di un'azione confusa: 34-33 Verona che poi chiude con Djuric.

Aggiornamento - In rete il servizio di Hierrezuelo: 26-25 Verona. Hernandez trova il 26 pari e ancora Kovacevic mette a terra il 27-26 prima di mandare fuori il servizio del 27 pari. Anzani in veloce firma il 28-27, Yosifov risponde per il 28 pari. Errore di Hernandez al servizio: 29-28 Verona. Poi il cubano firma il 29-29. Bel servizio di Parodi, l'Lpr mura Djuric per il 30-29, Kovacevic trova ancora la parità

Aggiornamento - Piacenza ferma Randazzo per il 20 pari, la veloce di Yosifov vale il 21-21 e Hierrezuelo di seconda intenzione firma il 22-22. Il servizio di Cottarelli permette al muro biancorosso di fermare Randazzo per il 23-22 Lpr. Cottarelli spedisce in rete il 23 pari, Clevenot trova il primo set point annullato da Kovacevic. Hernandez manda in rete il 25-24 Verona poi Clevenot riporta la parità

Aggiornamento - Avanti 18-16 Piacenza commette due ingenuità. La prima in difesa con Hierrezuelo, quindi a rete con l'invasione a muro di Hernandez. poi Randazzo mette a terra il 19-18 Verona. Errore in ricezione di Papi e Verona vola 20-18

Aggiornamento - Clevenot mura Djuric e con l'aiuto del video check riporta sotto Piacenza: 14-13 Verona. Poi però l'invasione del muro biancorosso regala il 15-13 ai padroni di casa. Poi Kovacevic manda in rete il 15 pari e Clevenot trova l'ace del vantaggio: 17-16 Lpr, quindi Alletti spara a terra il 18-16

Aggiornamento - Doppio ace consecutivo di Hierrezuelo (il secondo con l'imprimatur del video check) e Piacenza conduce 6-5. Poi il solito imprendibile Kovacevic firma il 7-7. Poi finalmente Yosifov ferma la pipe del serbo: 10-10. Ancora un ace fortunoso di Djuric vale il 13-10 Verona

Aggiornamento - Anzani manda in rete il servizio del 20 pari, Hernandez lo imita regalando il 21-20 a Verona poi Djuric trova l'ace molto fortunoso con l'aiuto del nastro: 22-20. Parodi spedisce out la battuta del 23-21, Randazzo invece trova l'ace del 24-21, poi Clevenot accorcia: 22-24. Chiude un immarcabile Djuric con il punto del 25-22

Aggiornamento - Diagonale e lungolinea di Parodi, Piacenza si porta per la prima volta nel match avanti 19-18

Aggiornamento - Il mani e fuori di Clevenot consegna il meno 1 a Piacenza, poi Anzani mette a terra il 17-15 Calzedonia. Quindi ancora il francese pareggia a 17 dopo una bella difesa di Hierreuelo

Aggiornamento - La serie al servizio di Hernandez riporta Piacenza a meno 2, poi però il cubano viene murato per il 13-10 Verona. Djuric manda out il 13-11 Calzedonia. Sul 14-12 entra Parodi per Marshall

Aggiornamento - Nel secondo set Piacenza si ricorda di iniziare a giocare fin dal fischio d'avvio. Clevenot (tornato in campo per Parodi, con Tencati al centro al posto di Yosifov) trova il primo punto personale del match con il diagonale del 6-6. Poi un errore di Hierrezuelo regala l'8-6 ai padroni di casa, quindi un muro su Clevenot vale il 9-6 Calzedonia

Aggiornamento - Parodi spedisce out il servizio del 23-14 Verona, Marshall subisce l'ace del 24-14, chiude un positivo Randazzo con il diagonale del 25-16

Aggiornamento - Il lungolinea di Djuric vale il 20-11 per Verona in un set totalmente dominato dai padroni di casa

Aggiornamento - Piacenza proprio non riesce a trovare il ritmo. Verona mura Marshall e conduce 16-9 con l'Lpr che ancora non è entrata in partita e subisce il buon avvio dei padroni di casa

Aggiornamento - L'avvio di Piacenza è pessimo, Clevenot fatica, così Giuliani sul 12-5 Verona inserisce Parodi e Yosifov per Clevenot e Tencati

Aggiornamento - Clevenot prima subisce l'ace di Randazzo, poi attacca out con Verona che conduce 6-3. Attacca out anche Hernandez e i padroni di casa si portano 8-4 con Giuliani che ferma subito il gioco

Aggiornamento - Giuliani recupera Leo Marshall e lo manda in campo del primo punto in diagonale a Clevenot. Per il resto gioca la formazione consueta: Hernandez-Hierrezuelo, Alletti-Tencati e Manià libero

Squadre in campo a Verona per il big match della terza giornata di ritorno fra i padroni di casa della Calzedonia e l'Lpr Piacenza. In palio il quinto posto in classifica, posizione attualmente occupata dagli Scaligeri che hanno una lunghezza in più dei biancorossi in graduatoria.
Dalle 18.00 segui la diretta su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento