Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Pessima Piacenza, brutto ko a Padova

Un passo avanti con la Lube, chilometri indietro contro Padova. Era l’ultima occasione per sperare di ribaltare tutti i pronostici tenendo vive le speranze play off, Piacenza non se le gioca nemmeno, travolta da una Tonazzo brava in...

Un attacco di Perrin contro Padova

Un passo avanti con la Lube, chilometri indietro contro Padova. Era l’ultima occasione per sperare di ribaltare tutti i pronostici tenendo vive le speranze play off, Piacenza non se le gioca nemmeno, travolta da una Tonazzo brava in battuta a cui i biancorossi rendono però la vita troppo facile. E’ una Lpr «inguardabile» come la definisce Giuliani a fine gara, anche perché alla Kioene Arena non riesce praticamente niente; a questo punto non si tratta più di una questione tecnica ma di problemi psicologici provocati anche da una stagione completamente errata.

RICEZIONE - Quando inizia la partita Piacenza illude con un ace di Perrin, ma è l’unico sorriso della gara. Una serie di errori consecutivi permette a Padova e al suo trascinatore Quiroga, immarcabile con 10 punti e l’80 per cento in attacco, di prendere il largo senza problemi. I Lupi Biancorossi, arrivati in Veneto nonostante la giornata lavorativa, chiedono a gran voce maggiore impegno; i biancorossi fanno una gran fatica in ricezione ma soprattutto sono abulici in difesa, fondamentale che normalmente misura la grinta di una squadra. E il problema è che con la ricezione negativa i biancorossi su 9 occasioni non mettono a terra nemmeno un pallone, commettendo ben 5 errori. Praticamente non c’è partita, tanto che i padroni di casa arrivano anche a condurre 21-14: Giuliani inserisce Tavares e Ter Horst e Luburic e Coscione e proprio l’olandese si dimostra uno dei più positivi anche se il gap da recuperare ormai è troppo elevato.
Però la prova discreta permette a Ter Horst di restare in campo anche nella seconda frazione, con Luburic in panchina. Serve a poco, anche se Thijs è comunque uno dei pochi che almeno ci prova fino in fondo, con alterni risultati. Prosegue la pessima serata in ricezione e Coscione deve correre avanti e indietro per il terreno di gioco ma i biancorossi non mettono mai in mostra la minima reazione trasformando la partita di Padova in un piano inclinato completamente in discesa.

SOLUZIONI - Sotto 2-0 Giuliani sostituisce anche Patriarca con Tencati, cercando di mettere una pezza alla seconda linea con la ricezione a 4, impegnando in alcune rotazioni anche Ter Horst. Ormai però non è più una questione tecnica ma psicologica, come confermano i palloni che cadono nel campo dell’Lpr con i giocatori a guardarsi in faccia senza accennare al minimo tentativo di recuperarla.
E con il punto del 25-18 non finisce solo la partita ma anche le speranze di Piacenza di agguantare i play off. Adesso l’obiettivo sono sugli spareggi per la Challenge Cup, anche se il traguardo a breve termine deve essere uno solo: mostrare una pallavolo almeno credibile.


La gara punto a punto
Aggiornamento - Perrin in pipe regala a Piacenza il 14-16, ma i padroni di casa volano nuovamente 18-14 e poi trovano il facile 20-15 prima che i padroni di casa chiudano 25-18.

Aggiornamento - Piacenza, con Tencati in campo per Patriarca, riceve a 4 ma non serve: ace di Padova su Zlatanov e 6-4 per i padroni di casa. poi il servizio di Ter Horst mette in difficoltà la ricezione avversaria e l'Lpr finalmente è avanti 7-6. Ma ancora l'olandese manda out l'attacco del 12-10 Tonazzo

Aggiornamento - Perrin prova a dare la scossa in attacco e l'Lpr risale fino al -4, poi il neo entrato Tencati mura il 16-19. Poi però lo stesso Perrin manda out il servizio del 20-16 e Zlatanov viene murato per il 21-16 locale e un nuovo ace della Tonazzo consegna il 22-16. Dentro Sedlacek per Zlatanov, Ter Horst mura il 18-23 ma poi manda in rete il servizio del 25-19 Padova

Aggiornamento - Perrin compie un miracolo in ricezione, ma nella stessa azione si vede murare un pallonetto e Padova si porta 14-11. I padroni di casa allungano, Piacenza non ne azzecca una in ricezione e il muro ha vita facile per il 16-11, poi trova anche il 17-11 con Giuliani che ferma il gioco per la seconda volta in pochi scambi

Aggiornamento - Ter Horst prende il posto di Luburic nella formazione titolare e a quota 5 le due formazioni sono ancora appaiate. Piacenza commette una grossa ingenuità quando potrebbe giocare il punto dell'8-8 ma commette l'invasione che regala il punto agli avversari, capaci poi di allungare 10-7. E allo stop tecnico la formazione di Baldovin è avanti 12-10

Aggiornamento - Piacenza si appoggia a Ter Horst che avrebbe anche la palla del 18-21, ma il suggerimento di Tavares non viene sfruttato dall'olandese. Così Padova ne approfitta e scappa nuovamente 23-17 per chiudere 25-18

Aggiornamento - Errore di Zlatanov in ricezione e Padova ne approfitta per mettere a terra il 19-13. Nuovo ace dei padroni di casa che trovano il 21-14 con Piacenza che rimane a guardare. Poi Ter Horst in attacco e Tavares a muro riportano l'Lpr 16-21, ma l'impressione è che in questo primo set i biancorossi non siano in campo

Aggiornamento - Nuovo errori di Luburic, che non riesce a prendere le misure in attacco, e Padova vola 16-10 con troppi regali da parte dei biancorossi. Giuliani propone il doppio cambio con Tavares e Ter Horst in campo, ma i padroni di casa sono già avanti 17-12

Aggiornamento - Kohut prima trova la veloce, poi l'ace del 6-8. Poi Perrin non trova l'attacco di fronte al muro a tre piazzato e subisce il 10-6 con il successivo ace di Padova per l'11-6. Patriarca restituisce il muro che vale l'8-11, ma Padova trova un inatteso 12-8 con Piacenza disattento in difesa

Aggiornamento - Partenza ad handicap per i biancorossi: errore al servizio di Perrin (dopo un ace), Kohut manda in rete e Padova è già 5-2 con Giuliani che ferma il gioco. Poi Zlatanov mette a terra l'attacco del 5-3 Padova

Aggiornamento - Nessuna sorpresa nella formazione iniziale. Giuliani manda in campo Coscione in regia, Luburic opposto, Patriarca e Kohut al centro, Zlatanov e Perrin di banda con Lampariello e Papi liberi

Tutto pronto a Padova per il posticipo della terza giornata di ritorno fra i padroni di casa e l'Lpr. Piacenza ha assoluto bisogno di una vittoria se vuole continuare a sperare nel traguardo play off. I biancorossi sono reduci dalla buona prova di domenica scorsa contro la Lube, mentre Padova nell'ultima gara ha portato Trento al tie break.
Dalle 20.30 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento