Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, con la Lube non basta un passo in avanti

Finisce con i giocatori sotto la curva e il PalaBanca ad applaudire. Per il momento Piacenza deve accontentarsi di giocare una buona pallavolo per almeno tre set e di mostrare una reazione convincente nel secondo e nel...

Volley - Lpr, con la Lube non basta un passo in avanti - 2


Finisce con i giocatori sotto la curva e il PalaBanca ad applaudire. Per il momento Piacenza deve accontentarsi di giocare una buona pallavolo per almeno tre set e di mostrare una reazione convincente nel secondo e nel terzo parziale, iniziati in modo difficile ma chiusi sgomitando fin sotto lo striscione del traguardo. La vittoria deve attendere, ma il passo in avanti rispetto alle ultime prestazioni prenatalizie è consistente. L’Lpr gioca meglio del solito a muro e in difesa, a tratti cresce anche con il servizio, ma di fronte a questa Lube non è sufficiente. I marchigiani sono trascinati da un super Fei, autore di 24 punti e migliore marcatore della gara, e basti pensare che nel roster di Civitanova lui sarebbe la riserva di Miljkovic per capire la differenza fra le due formazioni. Piacenza però non viene travolta, si appoggia a un Perrin in grande condizione e a uno Zlatanov che parte bene salvo poi calare con il passare dei set.

DIFFERENZA - Il gap fra le due squadre si capisce a fine terzo set: Podrascanin, partito in panchina per lasciare posto a Cester, viene inserito da Blengini e chiude la terza frazione con due punti consecutivi prima di firmare anche l’azione decisiva di un quarto set tutto di marca Lube. Giuliani a fine partita metterà l’accento sui problemi in attacco di Luburic ed è ovvio che a questi livelli se l’opposto non gioca una gara al 110 per cento diventa difficile tenere il ritmo degli avversari. Il tecnico potrebbe consolarsi con la buona prova di Papi in seconda linea; schierato come libero di ricezione Samuele regge alla grande e permette a Coscione di gestire tutti i propri attaccanti a piacimento. Però a fine gara il tecnico spiega che quando O’Fenomeno sarà in condizione tornerà a giocare schiacciatore, ovviamente se Lampariello confermerà di aver trovato un buon ritmo partita.

BRILLANTI - Complessivamente la sosta sembra aver dato brillantezza ai biancorossi, che adesso però dovranno confermarsi contro formazioni del proprio livello. La Lube è due gradino sopra e per giocare alla pari con gli avversari bisogna onestamente sperare anche in un calo dei marchigiani. Che infatti non appena riescono a trovare continuità al servizio cambiano marcia mettendo in seria difficoltà i padroni di casa. Ma la vecchia Lpr, quella per intenderci pre natalizia, sarebbe crollata di fronte alla superiorità ospite. Quella che si spera sarà la nuova, e futura, Piacenza, rimane aggrappata alla maglietta degli avversari tentandole tutte nel secondo e nel terzo set, alzando le braccia solamente nel quarto quando Civitanova evidenzia tutta la superiorità in campo.
Archiviata la sfida impossibile con la Lube adesso arriva l’appuntamento più importante: lunedì prossimo i biancorossi viaggiano verso Padova e sarà fondamentale tornare alla vittoria.

PIACENZA – CIVITANOVA 1-3
(25-22, 23-25, 22-25, 17-25)
LPR PIACENZA: Perrin 18, Patriarca 10, Luburic 7, Zlatanov 14, Kohut 7, Coscione 3; Lampariello (L), Papi (L), Tencati, Tavares, Ter Horst 3. Ne: Sedlacek e Cottarelli. All. Giuliani
LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Stankovic 6, Christenson 3, Juantorena 16, Cester 4, Fei 24, Cebulj 7; Grebennikov (L), Miljkovic 1, Corvetta, Parodi 2, Podrascanin 10. Ne: Gabriele e Vitelli. All. Blengini
ARBITRI: Cappello e Tanasi
NOTE: Spettatori 2800, incasso 21000. Durata set: 27’, 30’, 29’, 23’; tot. 109’.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Il muro Lube trova il 22-16 in una gara che va verso la conclusione. Fei mette a terra il 23-17 quindi Zlatanov subisce l'ace del 17-24 e poi viene murato da Podrascanin che chiude la gara.

Aggiornamento - Un ace di Patriarca e l'errore di Fei valgono l'11-13 Lube, ma la Lube allunga nuovamente con l'ace di Juantorena su Zlatanov: 16-12. Poi due errori nella stessa azione, il primo di Patriarca che viene colpito dal servizio e il secondo per un'incomprensione fra Papi e Ter Horst, permettono a Civitanova di volare 19-14

Aggiornamento - Perrin viene murato in pipe da Podrascanin per il 10-8 Lube, poi Patriarca toglie letteralmente il pallone dalle mani di Coscione regalando l'11-8 agli ospiti. Quindi Juantorena spara a terra il 12-8

Aggiornamento - Il solito Fei trova il punto del 20-16, Giuliani inserisce Ter Horst per Luburic e Zlatanov con una finezza trova il 18-21, ribadito dall'ace del 19-21 e da quello (molto fortunoso) successivo del 20-21, prima che il capitano mandi fuori il 20-22. Un incredibile Fei trova anche il 23-20. Perrin accorcia 21-23, Podrascanin guadagna il primo set point annullato ancora dal canadese e ancora Podrascanin chiude 25-22

Aggiornamento - Piacenza anche un paio di occasioni per attaccare il pallone del 16 pari, ma non riesce a metterle a terra e al termine di un'azione spettacolare è la Lube che conquista il 17-15 ribadito poi dal secondo tocco di Christenson per il 18-15

Aggiornamento - Piacenza prima sbaglia una ricezione e quindi Patriarca manda in rete l'attacco che consegna il 15-13 alla Lube con Giuliani che ferma il gioco

Aggiornamento - L'avvio di terzo set è equilibrato; Luburic trova il 9-10, poi manda in rete il servizio che consegna agli avversari l'11-9. Zlatanov con la battuta propizia l'11-11 di Coscione, poi il muro Lpr ferma Juantorena e porta avanti i padroni di casa 12-11

Aggiornamento - Sempre Fei protagonista: trova il 24-21, Patriarca accorcia le distanze, lo stesso Fei manda out il 23-24 ma poi sfrutta il muro scomposto di Patriarca per chiudere 25-23

Aggiornamento - La Lube allunga con il servizio di Juantorena 21-18, poi Perrin trova uno stupendo punto con il muro a tre piazzato: 19-21. Juantorena manda out l'attacco successivo ma Fei conquista il 22-20 Lube e il successivo 23-20

Aggiornamento - Difficile per Piacenza fermare la Lube che con Fei trova il 18-14. Poi Kohut mette a terra il 15-18 nonostante la richiesta di video check da parte degli ospiti. Nell'azione successiva Cebulj manda out la pipe e l'Lpr torna in gioco con il 16-18 e il successivo 17-18 causato da un errore di Fei

Aggiornamento - Piacenza non si arrende, riesce a rigiocare un paio di palloni e con Perrin trova il punto dell'11-14 costringendo Blengini a fermare il gioco

Aggiornamento - Il muro della Lube cresce e dopo non aver conquistato nemmeno un punto nel primo set ne mette a terra quattro nei primi scambi della seconda frazione. Quelli consecutivi su Zlatanov (palla bassa) e Luburic (alzata imprecisa) valgono l'11-7. Poi l'opposto manda fuori il diagonale del 12-7 Lube. Cebulj attacca il 14-8 e Giuliani ferma il gioco

Aggiornamento - Invasione di Miljkovic appena entrato per il doppio cambio e Piacenza conduce 22-19, Stankovic manda in rete il servizio del 23-20 Lpr, poi Juantorena mette a terra il diagonale del 21-23 e Miljkovic spara in rete la battuta che consegna il set point a Piacenza. Poi chiude Zlatanov con l'attacco del 25-22

Aggiornamento - Perrin ferma Juantorena con il muro a uno, poi un'invasione della Lube regala il 17-15 ai padroni di casa. Fei attacca out il possibile 18-15 ma Luburic tocca a muro e il tabellone segna 17-16. Arriva anche l'ace di Luburic e Piacenza conduce 19-16, quindi Zlatanov trova le mani del muro per il 20-17

Aggiornamento - Buona partenza dell'Lpr che con il muro di Perrin ferma Juantorena per il 9-7. la gara è equilibrata, con Piacenza che sembra in buone condizioni e sfrutta l'attacco con la pipe di Perrin per il 12-11

Aggiornamento - Giuliani manda in campo Coscione in regia, Luburic opposto, Patriarca e Kohut centrali, Perrin e Zlatanov di banda con Lampariello e Papi liberi, il primo concentrato sulla difesa e il secondo sulla ricezione.

Lpr in cerca dell'impresa al PalaBanca, con i biancorossi che ospitano la Lube, seconda forza del campionato e reduce dalla qualificazione alla Final four di Coppa Italia. La squadra di Giuliani, ex di turno, parte nettamente sfavorita, ma per tenere viva la speranza di agguantare i play off deve provare a fare lo sgambetto a una delle big che affronterà in casa nel girone di ritorno.
Dalle 18 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento