Venerdì, 12 Luglio 2024
Volley A1 maschile

Cuore, carattere e la coppia Simon-Brizard, così la Gas Sales Bluenergy si regala la Final four di Coppa Italia

Partita incredibile a Verona, i biancorossi vincono al tie break trascinati dal centrale (24 punti per lui) e dal regista. A fine febbraio a Roma semifinale con Perugia

Ha tante facce questa Piacenza che vola in Final four di Coppa Italia centrando il primo obiettivo stagionale. Innanzitutto quella di Simon, cattiva e a tratti perfino spaventosa durante una partita indescrivibile in cui firma 24 punti, sorridente quando a fine partita chiama tutti i compagni a ringraziare i tifosi.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Poi ha il volto di Brizard, faccia d’angelo con due attributi grandi così, come quelli che mette in campo a metà tie break con un attacco da non mostrare a nessun altro palleggiatore perché solo lui è capace di simili colpi, a cui aggiunge l’ace nel finale di partita e una serie decisiva in battuta. Ha anche una serie di volti differenti, quelli dei Lupi Biancorossi che tirano un enorme sospiro di sollievo e festeggiano con i giocatori dopo una partita non bella, anzi per lunghi tratti piuttosto brutta, ma entusiasmante perché la Gas Sales Bluenergy non si è mai arresa. Poi ci sono le facce stravolte ma entusiaste della presidente Elisabetta Curti mentre abbraccia Simon a fine partita, quella soddisfatta di Hristo Zlatanov e quella tesissima di Lorenzo Bernardi, che lascia il campo a tempo di record non appena l’ultima palla cade a terra.

Non era un segreto per nessuno: dalla partita di stasera sarebbe dipeso il futuro prossimo della Gas Sales Bluenergy e quasi sicuramente anche quello del tecnico. «Dopo la partita con Modena non ho dormito, questi due giorni sono stati difficilissimi» ammette Simon. Anche i Lupi Biancorossi vogliono dare la scossa ed espongono lo striscione “Voi in silenzio, noi con la squadra” chiedendo alla società una presa di posizione sulle tante voci che in queste ore hanno interessato, in negativo, Piacenza. Non basta? Ecco che Leal si scalda ma poi indossa la tuta e resta in panchina; non è ancora pronto così tocca alla stessa squadra di lunedì andare a cercarsi una qualificazione fondamentale. E qui si vedono i campioni: Simon gioca una partita monumentale, oltre ogni limite, Brizard lo spalleggia e lo segue a ruota, Romanò pur con qualche alto e basso chiude con 23 punti. Ma alla fine sia il cubano sia il francese quando si sottolinea la splendida prova individuale mettono subito in chiaro le cose: «Questa è stata la vittoria di tutta la squadra, non c’è stato un solo protagonista». Con questo spirito la Gas Sales Bluenergy potrà fare strada. Intanto arriva a Roma, dove a fine febbraio affronterà Perugia nella semifinale di Coppa Italia. Al resto si potrà pensare nei prossimi giorni, intanto i biancorossi si sono regalati un fine anno sereno.

VERONA-PIACENZA 2-3

(19-25, 33-31, 22-25, 25-21, 8-15)

WITHU VERONA: Grozdanov 1, Sapozhkov 28, Mozic 21, Cortesia 4, Spirito, Keita 11; Gaggini (L), Mosca 5, Magalini, Perrin 1. Ne: Jensen, Bonisoli (L) e Zanotti. All. Stoytchev

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Recine 6, Simon 24, Romanò 23, Basic 12, Alonso 4, Brizard 9; Scanferla (L), De Weijer, Gironi 2, Caneschi 4. Ne: Hoffer (L), Leal, Cester All. Bernardi

ARBITRI: Vagni e Simbari

NOTE: Spettatori: 2500. Durata set: 23’, 35’, 26’, 29', 16. Tot. 129

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuore, carattere e la coppia Simon-Brizard, così la Gas Sales Bluenergy si regala la Final four di Coppa Italia
SportPiacenza è in caricamento