Questo sito contribuisce all'audience di

Gas Sales, un set non basta: Perugia rimonta e chiude 3-1

Ottimo approccio dei biancorossi che in avvio sorprendono la capolista, ma dalla seconda frazione emerge la maggiore caratura degli umbri trascinati da Leon e Hoogendoorn

Leon attacca contro il muro di Nelli e Stankovic

Parte alla grande la Gas Sales, l’approccio è quello giusto e l’obiettivo di sorprendere l’imbattibile Perugia, reduce da tredici successi consecutivi, è raggiunto in pieno come conferma il 5-0 iniziale. Quando gli umbri ancora non si sono resi conto che i biancorossi fanno sul serio è già arrivato un break che i padroni di casa riducono senza però mai riuscire a mettere la testa avanti. Con un Kooy in stato di grazia arriva l’1-0 che fa sognare Piacenza, ma al rientro in campo il risveglio è brusco, soprattutto quando Heynen sostituisce un opaco Atanasijevic con Hoogendoorn, bravissimo a uscire dalla panchina con lo spirito giusto per fornire un importantissimo contributo al solito Leon, uno che quando vuole diventa immarcabile.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Insomma, ci prova la Gas Sales, ha anche il merito di spaventare la capolista, ma quando gli umbri si accorgono di rischiare veramente e cambiano ritmo ecco che il livello si alza eccessivamente per la Piacenza attuale. D’altronde si sapeva, bisogna farsi trovare pronti se De Cecco e compagni sono sottotono, ma quando giocano al top il divario è eccessivo. I biancorossi sono bravi ad approfittare delle distrazioni iniziali di Perugia, poi inevitabilmente faticano sotto i colpi di un’avversaria che può inserire in rosa alcuni dei migliori giocatori di livello internazionale. Perché se sostituisci Atanasijevic e mandi in campo uno che in un set e mezzo attacca con il cento per cento (9 palloni a terra in altrettanti tentativi) c’è poco da fare. Piacenza ci prova a lungo rimanendo aggrappata a Dick Kooy e poi ad Alexander Berger, regge anche discretamente in ricezione, ma non può nulla quando gli avversari innestano le marce alte.

Adesso la squadra di Gardini è attesa da due settimane di pausa e tornerà in campo il primo marzo a Padova, in quella che potrebbe essere l’ultima occasione per cercare di tenere vivo il sogno play off.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA-GAS SALES PIACENZA 3-1

(23-25, 25-18, 25-22, 25-14)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 0, Leon Venero 18, Podrascanin 10, Atanasijevic 6, Lanza 10, Russo 12, Biglino (L), Zhukouski 2, Colaci (L), Taht 0, Ricci 0, Hoogendoorn 10. N.E. Plotnytskyi, Piccinelli. All. Heynen

GAS SALES PIACENZA: Cavanna 0, Berger 13, Krsmanovic 8, Nelli 9, Kooy 16, Stankovic 8, Fanuli (L), Paris 0, Scanferla (L), Fei 0, Botto 1. N.E. Tondo, Pistolesi, Copelli. All. Gardini

ARBITRI: Puecher, Zanussi

NOTE - Durata set: 31', 25', 31', 21'; tot: 108'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento