rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Volley A1 maschile

La Gas Sales Bluenergy strappa un set a Civitanova, ma alla fine si arrende 3-1

I biancorossi, molto rimaneggiati, le provano tutte ma escono dal campo senza punti. Piacenza prova a forzare il servizio ma dai nove metri arrivano troppi errori

C’è un solo vero cambio in panchina, Iacopo Botto che infatti entra e incide in modo decisivo nel secondo parziale, e anche un lungo periodo senza allenamento alle spalle. Per costruire una mentalità vincente è giusto non cercare alibi, ma non si può nemmeno negare l’evidenza: in queste condizioni la Gas Sales Bluenergy fa il possibile contro Civitanova, strappa un set, prova a giocare tutti i palloni, ma in queste condizioni è obiettivamente difficile fare di più.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Poi si può recriminare per un paio di passaggi a vuoto, ma onestamente sono da mettere in preventivo quando la squadra viaggia oltre quella che attualmente è la velocità di crociera. Anche Civitanova non gioca una partita da ricordare e dunque un pizzico di rammarico c’è, ma non appena i padroni di casa capiscono che il rischio di lasciare punti per strada è reale ecco che ricacciano la testa di Piacenza sott’acqua e impediscono ai biancorossi di riemergere. Lo dimostra il 100 per cento in attacco di Simon, nelle scorse settimane indicato da Mousavi come il miglior centrale del pianeta. Proprio l’iraniano di fronte all’altro suo giocatore preferito, Osmany Juantorena, disputa una gara ad altissimo livello in attacco, tornando al livello della prima partita giocata con la maglia della Gas Sales Bluenergy.

Come è logico la squadra di Bernardi prova a forzare il servizio per evitare di essere travolta dal cambiopalla dei locali, ma l’operazione non riesce, come confermano i 22 errori contro i soli 4 punti dalla linea dei nove metri. Il tecnico dopo un primo set opaco cambia le carte in tavola, lascia in panchina Russell e concede spazio a Botto, che parte alla grande e gioca una frazione da incorniciare che vale l’1-1. La speranza di tornare dalle Marche con una classifica migliore si spegne nel finale di un combattuto terzo set; fino a quota 20 la partita è ancora in bilico, poi l’allungo della Lube spegne la luce di Piacenza. Dalla panchina ecco un nuovo tentativo, Finger fuori e i tre schiacciatori in campo con Clevenot opposto a Baranowicz, mossa già tentata in passato. In questa occasione serve a poco, adesso è fondamentale concentrarsi sulla sfida di sabato con Vibo Valentia e di martedì prossimo contro Modena, due gare decisive per il futuro di Piacenza.

CUCINE LUBE CIVITANOVA-GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-1

(25-19, 22-25, 25-20, 25-19)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 0, Juantorena 13, Diamantini 7, Rychlicki 15, Leal 17, Simon 12, Marchisio (L), Balaso (L), Hadrava 0, Falaschi 0. N.E. Yant Herrera, Anzani, Kovar, Larizza. All. De Giorgi

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Baranowicz 2, Clevenot 12, Mousavi 14, Finger 11, Russell 7, Candellaro 6, Botto 8, Scanferla (L), Izzo 0. N.E. Fanuli. All. Bernardi

ARBITRI: Saltalippi, Turtù

NOTE - Durata set: 23', 28', 24', 25'; tot: 100'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gas Sales Bluenergy strappa un set a Civitanova, ma alla fine si arrende 3-1

SportPiacenza è in caricamento