menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La gioia di Polo a fine partita (f. Trongone)

La gioia di Polo a fine partita (f. Trongone)

Bernardi: «Soddisfatto per la vittoria, ma l'approccio non posso accettarlo». Polo: «Non abbiamo mai mollato». VIDEO e pagelle

Il tecnico applaude chi è entrato dalla panchina: «Diamo merito a Antonov, Botto e Mousavi». E sul primo set: «Ho qualche idea per risolvere il problema»

Soddisfatto per il risultato, anzi «molto soddisfatto, perché era una gara ricca di incognite», ma ancora una volta quel primo set Lorenzo Bernardi proprio non riesce a digerirlo. Il tecnico della Gas Sales Bluenergy si prende i tre punti e se li gode, ma avvisa i suoi che non saranno più tollerabili approcci simili alla partita.

Iniziamo dalle condizioni di Grozer, cosa è successo?

«Penso abbia preso una brutta distorsione mettendo il piede su quello di Russell, ma forse avete visto meglio voi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal momento della sua uscita hai dovuto rivoluzionare la squadra e hai ricevuto risposte da tutti. Avevi appena inserito Antonov per Clevenot e hai messo Botto per Grozer con Russell che attaccava da posto due. Avete dovuto fare di necessità virtù e siete stati bravi.

«Quando ti viene a mancare un pezzo importante della squadra bisogna trovare soluzioni, oltretutto considerando che anche Russell aveva accusato una distorsione a inizio partita. Ce la siamo complicata tantissimo noi nel primo set e poi si è complicata con la sfortuna. Ma bisogna dare merito a chi è entrato, complimenti a Antonov, Botto e Mousavi anche se non abbiamo fatto solo di necessità virtù, bisogna anche essere bravi a ridisegnare la squadra quando c’è la necessità di farlo».

Quel primo set è ancora da dimenticare, sembra che dobbiate prendere una scoppola per cambiare ritmo.

«Tocca a me trovare la strada per iniziare bene. Qualche idea ce l’ho già, adesso vediamo di metterla in pratica».

E’ arrivato Mousavi, si diceva che non fosse in condizione, è entrato in campo ed è diventato decisivo.

«In effetti era fermo da oltre sei settimane, ma è un giocatore che ha un grande carattere e una grande determinazione. Non lo scopro io, è uno dei centrali più forti al mondo».

Al di là dell’infortunio a Grozer non sembri soddisfattissimo. E’ una nostra impressione?

«Sono molto soddisfatto del risultato perché era una gara temibile e contento dal secondo set in poi. Ma non posso accettare l’impatto alla gara».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento