rotate-mobile
Volley A1 maschile

Bernardi: «Abbiamo regalato tanto, ma il campionato è fatto così». Holt: «Il premio come miglior giocatore lo meritava Antonov». VIDEO e pagelle

Il tecnico di Piacenza dopo la vittoria con Milano: «Nel primo set siamo stati presi alla sprovvista. Ora ci attendono altre due gare complicate, pensiamo a un giorno alla volta». Il centrale: «L'aspetto positivo? I due punti conquistati»

Lorenzo Bernardi non può essere completamente soddisfatto della prestazione della sua Gas Sales Bluenergy, ma sa bene che vincere quando non si gioca benissimo assume comunque un valore importante e a volte porta maggiori sicurezze nel gruppo.

«Nel primo set siamo stati presi alla sprovvista – spiega il tecnico biancorosso – perché non abbiamo mai vissuto un black out così prolungato. Non è mai successo in partita ma nemmeno in allenamento, dal giorno del raduno a oggi. Siamo stati bravi a recuperare nella terza frazione, poi anche il quarto parziale è stato molto strano. Le cifre raccontano di sette errori in attacco e cinque al servizio che ci hanno portato alla sconfitta della frazione contro un avversario capace di attaccare con il 28 per cento. Abbiamo veramente regalato l’impossibile. Detto questo sappiamo bene che è un campionato molto particolare, in cui puoi perdere dalle prime ma anche dalle ultime, dobbiamo fare tesoro di queste esperienze per capire che tutte le domeniche e tutti i mercoledì sarà una battaglia».

Il problema principale è stata la mancanza di continuità?

«Quando regali il primo set e ti ripeti nel quarto commettendo una valanga di errori significa che la continuità non c’è».

Aspetto positivo: anche quando non vi entrava il servizio siete riusciti a trovare soluzioni alternative.

«Non possiamo pensare di dipendere solo dalla battuta, dobbiamo essere pronti anche a gestire situazioni o fondamentali magari non efficienti».

Questa gara la possiamo comunque inserire in quelle positive: lo scorso anno Piacenza sarebbe uscita sconfitta da una gara simile.

«Non lo so, eravamo una squadra completamente diversa. Abbiamo cercato di migliorarla e per adesso ci siamo riusciti».

Non potete esultare troppo, mercoledì turno infrasettimanale a Modena.

«Questo è il campionato, oggi era la prima sfida di un trittico importante che ci dirà a che punto siamo e il nostro valore: mercoledì siamo a Modena e domenica prossima a Monza, ora pensiamo giorno dopo giorno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bernardi: «Abbiamo regalato tanto, ma il campionato è fatto così». Holt: «Il premio come miglior giocatore lo meritava Antonov». VIDEO e pagelle

SportPiacenza è in caricamento