rotate-mobile
Volley A1 maschile

La Gas Sales Bluenergy prova a sfatare il tabù Trento

Giovedì alle 20.30 sfida ai piani alti della Superlega fra Itas e Gas Sales Bluenergy che deve fare a meno di Recine. Nei confronti diretti con la nuova società solo vittorie per i padroni di casa

Definire Trento la bestia nera di Piacenza è fin troppo facile, addirittura scontato. Nei sei confronti diretti con la nuova società biancorossa hanno sempre vinto i trentini e andando ancora più indietro nel tempo per trovare l’ultimo successo bisogna risalire a Gara5 di finale scudetto del 2009, con Hristo Zlatanov in campo e Lorenzo Bernardi nelle vesti di commentatore tecnico. Questa stagione sembrava essere buona per sfatare il tabù: la squadra di Lorenzetti ringiovanita e costretta a cedere alcuni dei pezzi migliori in estate, quella biancorossa rinforzata e sempre più ambiziosa.

Invece i pronostici di qualche mese fa che vedevano l’Itas ben lontana dalle migliori sono stati immediatamenti smentiti e dopo sei giornate le due formazioni sarebbero appaiate in seconda posizione a 13 punti. Sarebbero, perché in realtà Trento ha già anticipato la gara prevista all’undicesima con Ravenna salendo a quota 16, ovviamente con una gara in più.

Giovedì alle 20.30 Itas e Gas Sales Bluenergy cercheranno di guadagnare oltre a tre punti importantissimi perché frutto di uno scontro diretto anche un bel vantaggio psicologico sugli avversari. Fra l’altro sarà interessante pure seguire la sfida a scacchi sulle due panchine, con Lorenzetti e Bernardi pronti a presentare mosse e contromosse per sorprendere l’avversario. I padroni di casa sono una formazione che oltre allo schema classico hanno presentato anche quello con tre schiacciatori contemporaneamente in campo (lo stesso con cui Lorenzetti vinse lo scudetto a Piacenza nel 2009) e potrebbero recuperare Michieletto al cento per cento, mentre gli ospiti anche domenica scorsa hanno fatto capire che gli ingressi dalla panchina possono cambiare radicalmente il volto della squadra. Certo, la Gas Sales Bluenergy deve fare a meno di Francesco Recine e l’assenza sarà molto pesante, ma Russell, Antonov, Holt, Caneschi e Cester sono pronti ad alternarsi in campo per trovare l’assetto migliore in casa biancorossa. Senza dimenticare che domenica scorsa, contro Cisterna, Stern partendo dalla zona delle riserve è risultato decisivo meritando il premio come Mvp, anche se ora ci si attende una nuova accelerata di Lagumdzija, dopo un inizio di stagione scoppiettante e le ultime due gare giocate al di sotto del livello abituale. Qualunque siano le formazioni che manderanno in campo i due tecnici, sarà vietato distrarsi perché anche solo un attimo di stop potrebbe rivelarsi fatale.

«Ci siamo preparati bene – spiega Bernardi – e sicuramente sarà una partita delicata perché a differenza di quanto pensavano in molti credo che Trento sia una delle prime quattro squadre della Superlega. Parliamo di una formazione che ha molta qualità, con giocatori che possono essere determinanti e fare la differenza in qualsiasi momento. Noi ci siamo preparati nel modo corretto e arriviamo all’incontro nelle condizioni giuste. Non saremo a pieno organico, ma siamo consapevoli della nostra forza e delle potenzialità che possiamo mettere in campo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gas Sales Bluenergy prova a sfatare il tabù Trento

SportPiacenza è in caricamento