rotate-mobile
Volley A1 maschile

La Gas Sales Bluenergy prima spreca poi cala: è 3-0 Trento

Nella frazione iniziale i biancorossi hanno a disposizione anche un set point ma non lo sfruttano. Poi subiscono troppo in ricezione con 12 ace in tre parziali

Non è un modo di dire, a questo livello la differenza la fanno i dettagli. Ancora di più nei play off, quando se hai un’occasione dopo aver disputato un set ad altissimi livelli la devi sfruttare. O comunque non la devi gettare al vento sparando un servizio a metà rete o difendendo male un pallone facilmente rigiocabile. Così in due azioni si spreca mezz’ora di ottima pallavolo, in cui la Gas Sales Bluenergy dimostra di essere allo stesso livello di Trento.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Però non serve a niente restare in partita per una frazione intera se poi sprechi malamente le due opportunità più importanti, quelle che davvero potrebbero girare l’incontro dalla parte dei piacentini. Ancora una volta i biancorossi recriminano, non è certamente la prima in stagione, ma questa forse brucia ancora di più. Perché si ha davvero l'impressione che il divario fra le due formazioni non sia abissale, a patto che la Gas Sales Bluenergy non crolli quando la gara inizia a girare dalla parte degli avversari. Una dimostrazione si ha nel corso del terzo set, quando arriva il break decisivo, quello a cui davvero i biancorossi non possono più reagire. Tre battute consecutive sbagliate, un attacco in rete e un muro subito per il 13-8. A questo punto recuperare cinque lunghezze a Trento diventa un’impresa.

Peccato, perché nonostante una prova in ricezione da dimenticare, con 12 ace subiti in soli tre parziali, Piacenza ha dimostrato a lungo di potersela giocare al livello degli avversari. Nel primo set è rimasta in partita fino all’ultimo pallone, nel secondo è riuscita a recuperare nonostante una nuova partenza ad handicap. Resta da capire se l’assenza di Scanferla abbia inciso in modo così importante su una seconda linea questa sera davvero in grande difficoltà. Non per la prestazione singola di Catania, ma per una ricezione modificata e mai testata veramente in precedenza. Nonostante tutto sono state troppe le occasioni non sfruttate in una partita in cui non bisognava sprecarne nemmeno una per restare al livello, altissimo, degli avversari.

Adesso non ci sono più possibilità di errore: domenica è indispensabile vincere al Palabancasport per regalarsi l’opportunità di giocare Gara3 di nuovo a Trento. Operazione molto complicata ma i biancorossi hanno l’obbligo di provarci. Le gare si decidono per dei dettagli, è fondamentale farli girare dalla propria parte.

ITAS TRENTINO-GAS SALES BLUENERGY 3-0

(27-25, 25-20, 25-16)

ITAS TRENTINO: Sbertoli 0, Michieletto 15, Lisinac 9, Pinali 13, Kaziyski 13, Podrascanin 8, De Angelis (L), Sperotto 0, D'Heer 0, Lavia 1, Zenger (L). N.E. Albergati, Cavuto. All. Lorenzetti

GAS SALES BLUENERGY: Brizard 3, Rossard 7, Caneschi 3, Lagumdzija 15, Recine 7, Holt 3, Stern 0, Catania (L), Antonov 1, Cester 3. N.E. Tondo, Pujol, Russell. All. Bernardi.

ARBITRI: Simbari, Brancati

NOTE - durata set: 29', 24', 23'; tot: 76'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gas Sales Bluenergy prima spreca poi cala: è 3-0 Trento

SportPiacenza è in caricamento