Questo sito contribuisce all'audience di

Gas Sales, c'è ancora una piccola porta aperta sulla Coppa Italia

Aritmeticamente rimane una possibilità per entrare fra le prime otto, ma la squadra di Gardini è obbligata a vincere da tre punti a Cisterna attendendo poi due risultati favorevoli

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Mazda cx30 nuova-2A una giornata dal termine del girone di andata esiste ancora una remota possibilità che la Gas Sales possa qualificarsi per la Coppa Italia. Per un ingresso in extremis devono però incastrarsi molteplici condizioni e la prima è una vittoria da tre punti domenica della formazione di Gardini in casa di Cisterna. Operazione non semplice, visto che fino ad ora i biancorossi in Superlega non hanno mai ottenuto un successo pieno che avrebbe un doppio risultato: tenere accese le speranze per la Coppa Italia e soprattutto allungare in modo deciso sulla zona retrocessione. Attualmente Cisterna è a 7 punti, Piacenza a 11, vincere da tre metterebbe tra le due formazioni sette lunghezze e permetterebbe a Fei e compagni di prendere fiato in vista del girone di ritorno.

Tornando al discorso Coppa, attualmente sono sei le squadre già certe di prendere parte alla manifestazione, che vivrà i quarti di finale mercoledì 22 gennaio; Civitanova (già certa del titolo di campione d’inverno a una giornata dal termine), quindi nell’ordine Perugia, Modena, Trento, Milano e Ravenna. Per le ultime due posizioni lottano in quattro: Verona e Padova a 14, Monza a 13 e, più staccata, Piacenza a 11.

Domenica oltre a Cistenra-Gas Sales il calendario propone Verona-Milano e lo scontro diretto Monza-Padova. Vincendo da tre punti i biancorossi salirebbero a quota 14 raggiungendo Verona e Padova, a condizione che entrambe vengano sconfitte senza ottenere punti. Se dovesse succedere la Gas Sales, in virtù di una vittoria in più, le scavalcherebbe in graduatoria mettendo la freccia e guadagnandosi la qualificazione insieme a Monza.

Considerato che Monza e Padova si affrontano direttamente, i biancorossi devono innanzitutto sperare che i padroni di casa non vincano al tie break, visto che così sia i brianzoli sia i veneti salirebbero a 15 diventando irraggiungibili, e quindi che Verona non conquisti punti contro Milano. In tutti gli altri casi anche se la Gas Sales dovesse conquistare un successo pieno rimarrebbe esclusa dalle prime otto in graduatoria.

Operazione dunque molto complicata, ma Piacenza ha l’obbligo di provarci anche, e soprattutto, per allungare ulteriormente su Cisterna in ottica bassa classifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Piacenza - Le Pagelle: Polidori e Corradi sprecano, Bolis mai in partita. Paponi fa 13

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

Torna su
SportPiacenza è in caricamento