rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Volley A1 maschile

Gas Sales Bluenergy, così non va: troppe occasioni sprecate

Avanti due volte e anche 12-8 al tie break i biancorossi sono sconfitti da Civitanova. Adesso i conti iniziano a non tornare, ci sono ancora due gare per invertire la rotta prima della Coppa Italia

GSE_banner_322x250_statico-2Così proprio non va. Perché una squadra del calibro di Piacenza non può gettare al vento un’altra occasione simile. Non può vincere il terzo set a 16 e poi perdere quello successivo a 15. Non può sprecare le opportunità per riequilibrare ua frazione gettando al vento almeno due palloni in rigiocata impacchettando un regalo grande così agli avversari.

LA GARA PUNTO A PUNTO

E da ultimo, ma solo per un ordine temporale, non si può regalare il vantaggio di 12-8 nel tie break subendo un parziale di 7-1 e lasciando per strada almeno un altro punto in una classifica cortissima in cui adesso i biancorossi si trovano in una pericolosa ottava posizione (anche se Modena e Trento, oltre a Perugia, hanno una gara in più) a due partite dalla fine.

Il futuro prossimo non dipende tutto dai biancorossi, che per risalire la classifica dovranno anche sperare in qualche caduta delle dirette concorrenti. Ma al di là di quello che fotografa la graduatoria è giusto iniziare a preoccuparsi per quanto succede nel campo dei biancorossi. Giusto concedere il tempo necessario a una squadra quasi completamente rinnovata per trovare l’indirizzo giusto, ma adesso fra Superlega e Coppa Cev la formazione di Bernardi ha giocato insieme undici partite in un mese e mezzo e non può più permettersi passaggi a vuoto così evidenti.

Qualcuno potrà obiettare che domenica scorso era stata Piacenza a rimontare una volta sotto 12-8 andando a vincere a Milano. Vero, ma al PalabancaSport di fronte c’era una formazione giovane ormai a un passo dall’essere spedita negli spogliatoi con una sconfitta. In casa piacentina invece ci sono campioni del mondo e olimpici a bizzeffe e simili battute a vuoto non dovrebbero verificarsi. Anche perché ce ne sono già state troppe in questa stagione e adesso i conti iniziano a non tornare. E non può essere la sola assenza di Simon a giustificare la sconfitta, anche perché Alonso, il suo sostituto, è stato complessivamente uno dei più positivi. Non avrà la personalità del connazionale, ma resta il fatto che adesso tutti, nessuno escluso, devono prendersi la responsabilità per una prima parte di campionato che al tirare delle somme non è per nulla positiva.

Ci sono ancora due giornate per invertire la rotta e con una classifica così corta la possibilità esiste. Poi, ovviamente esclusa Perugia, questa Gas Sales Bluenergy sulla carta può andare a vincere su qualsiasi campo, dunque un quarto di finale in trasferta non sarebbe comunque chiuso in avvio. Ma da inizio stagione si dice che Piacenza può giocarsela con tutti, però nelle prime nove giornate sono arrivate cinque sconfitte. Adesso è davvero ora di dire basta.

PIACENZA-CIVITANOVA 2-3

(25-21, 21-25, 25-16, 15-25, 13-15)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lucarelli 15, Alonso 14, Romanò 13, Leal 12, Cester 8, Brizard 8; Scanferla (L), Caneschi, De Weijer, Gironi 3, Recine. Ne: Basic, Hoffer (L). All. Bernardi

LUBE CIVITANOVA: Yant 13, Diamantini 7 , Zaytsev 21, Nikolov 10, Chinenyeze 7, De Cecco 3; Balaso (L), Gottardo, Bottolo 7, D’Amico, Garcia 2. Ne: Sottile, Ambrose (L). All. Blengini

ARBITRI: Cesare e Canessa

NOTE: Spettatori: 3000. Incasso 43000. Durata set: 26’, 27’, 24’, 23’, 21’. Tot. 121’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas Sales Bluenergy, così non va: troppe occasioni sprecate

SportPiacenza è in caricamento