Questo sito contribuisce all'audience di

Champions - Le pagelle: Papi e Le Roux stratosferici

Le pagelle di Copra Elior-Macerata De Cecco 8: talmente lucido da diventare glaciale. E’ quello che invita tutti a mantenere la calma nei pochi momenti complicati. Quando serve chiude di seconda...

Smerilli pazzo di gioia abbraccia Tencati e Partenio mentre è rincorso da Marra (foto cev.lu)




Le pagelle di Copra Elior-Macerata
De Cecco 8: talmente lucido da diventare glaciale. E’ quello che invita tutti a mantenere la calma nei pochi momenti complicati. Quando serve chiude di seconda intenzione e l’ultimo pallone, bollente, lo serve in veloce a Simon
Vettori 6: fatica a entrare in partita, poi lascia spazio a Le Roux che gioca alla grande e per Luca non ci sono più opportunità
Simon 7,5: ci ha abituati a percentuali spaziali in attacco, per cui quando si limita a numeri ottimi sembra che non abbia giocato una grande gara. Invece a parte un passaggio a vuoto è il solito determinante Simon
Fei 7,5: le circostanze non gli permettono di essere molto utilizzato in attacco, ma quando la palla passa dalle sue parti finisce a terra. Al servizio forza molto, sbaglia anche, ma è l’incubo della ricezione avversaria
Papi 9: stratosferico. L’immagine più impressionante si ha nel primo set: riceve (perfettamente) sdraiandosi per terra, De Cecco lo serve e lui mette la palla a terra con il muro piazzato. Poi ci sarebbe il mani e fuori del secondo parziale o l’attacco con tre giganti che escono mezzo metro da rete pronti ad aspettarlo e il punto sempre a Piacenza. O il muro su Kurek, ma forse è meglio riguardarsi tutta la partita per seguire il numero 6 e capire come si gioca a pallavolo
Zlatanov 7: non ha ancora il ritmo giusto nelle gambe e lo sa bene. Poco importa, perché usa potenza e astuzia per avere la meglio sugli avversari. Bravissimo anche a rientrare subito in partita nel golden set dopo la pausa che Monti gli concede nel finale di terza frazione
Marra 8,5: cena pagata a chi trova un errore del libero biancorosso. E’ vero che Macerata sbaglia molto, ma quando la battuta entra può fare male. Invece Davide vola a destra e a sinistra e la sfera finisce sempre sulla testa di De Cecco. Vince il confronto con Henno, e non è poco
Le Roux 9: fra tutti i colpi vincenti (e sono tanti) il più importante è quello messo a segno in un equilibrato finale di primo set. Appena entrato, con il muro a tre davanti, spara un missile che le mani di Macerata spediscono due metri oltre la linea di fondo biancorossa. Da quel momento è protagonista assoluto
Smerilli 7: un solo pallone, ma quello decisivo per mandare Piacenza ai playoff a 6 di Champions. Entra in ricezione sul 14-13 dopo un ace di Zaytsev e riceve in tuffo il servizio dell’opposto di Macerata, permettendo a De Cecco di giocare con Simon. Bravissimo
Tencati sv
Kaliberda sv

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Piacenza, cinque nuovi positivi. Il dg Scianò: «Situazione difficile, ci prendiamo 48-72 ore prima di decidere»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento