menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Gardini all'esterno del PalaBanca in attesa della decisione di Sora

Andrea Gardini all'esterno del PalaBanca in attesa della decisione di Sora

Gardini: «Una situazione incredibile, mai vissuta in tanti anni di carriera». VIDEO

Il tecnico della Gas Sales dopo la partita non giocata con Sora: «Adesso aspetteremo delle notizie: chi ha competenza al riguardo e deve prendere delle decisioni ci dirà cosa dobbiamo fare»

«E’ una situazione molto strana» commenta Andrea Gardini. Diventa difficile trovare le parole per descrivere un pomeriggio che vede la Gas Sales in campo a riscaldarsi e Sora all’esterno del PalaBanca intenzionata a risalire sul pullman e a non giocare contro Piacenza dopo aver saputo che Fabio Fanuli è a casa con la febbre. «In tanti anni di carriera, come giocatore, dirigente o allenatore non ho mai vissuto una cosa del genere. Ma penso sia una novità per tutti».

Quindi commenta la scelta degli avversari. «Hanno deciso di non scendere in campo, è legittimo, ognuno deve prendere le decisioni che ritiene più opportune secondo coscienza. Noi dal primo giorno ci siamo detti: la gestiamo giorno per giorno, quando sarà possibile ci alleniamo e quando ci diranno di giocare giocheremo. E’ quello che stiamo facendo. Adesso aspetteremo delle notizie: chi ha competenza al riguardo e deve prendere delle decisioni ci dirà cosa dobbiamo fare. Spero arrivi qualche comunicazione quanto più possibile chiara dai massimi livelli, anche se mi rendo conto che la situazione è nuova per tutti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sappiamo che non dipende da te. Oggi forse però sarebbe stato meglio sospendere tutto, come ha fatto il basket e inizialmente sembrava aver fatto anche il calcio, anche se poi è stato deciso di terminare l’intera giornata? La cosa certa è che c’è una grande confusione.

«Verissimo. C’è un grande confusione, questa è la cosa certa. Quello che posso dire io, e che ho ripetuto anche ai ragazzi di Sora, è di decidere secondo coscienza. Non sono in grado di dare né spiegazioni né giudizi, è un settore che non mi compete. In questo momento dobbiamo seguire quanto ci viene indicato dagli esperti, è l’unica ancora di salvezza che abbiamo. C’è la salute di alcune persone a rischio ed è bene che tutti cerchiamo di adeguarci per uscire da questo periodo. Lo sport deve essere un piacere, non rappresentare una situazione di pericolo. Speriamo di riprendere il prima possibile la normalità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento