Questo sito contribuisce all'audience di

Alletti: «Il nostro gioco migliore a metà stagione, adesso pronti per i play off quinto posto». VIDEO

Il centrale biancorosso analizza il sesto posto al termine della regular season e anticipa la sfida con Latina. Intanto l'amichevole con Monza termina 2-2

Dieci giorni per riprendersi dalla doppia scoppola (in parte prevedibile) contro Perugia e Trento; adesso Piacenza deve concentrarsi sul prossimo obiettivo che potrebbe regalare ai biancorossi la qualificazione alla Challenge Cup. Mentre le magnifiche quattro del campionato si giocano lo scudetto, le altre otto formazioni rimaste in lizza sono chiamate da domenica a darsi battaglia per guadagnare il pass europeo valido per il prossimo anno. Un traguardo tagliato dodici mesi fa dall’Lpr e che i biancorossi proveranno a ripetere, come spiega Aimone Alletti, centrale della formazione di Giuliani alla vigilia di gara1 dei quarti di finale che vedrà Piacenza impegnata domenica al PalaBanca contro Latina. 

Come state a livello psicologico, dopo che in due settimane siete stati eliminati dai play off scudetto e della Coppa Cev?

«L’uscita ai quarti con Perugia e con Trento - spiega Alletti - poteva essere preventivabile, visto che di fronte avevamo due formazioni di qualità, capaci in questo momento di dimostrare tutto il proprio valore nelle semifinali scudetto. Non è stata una sorpresa, forse potevamo esprimere una pallavolo di miglior livello come avevamo mostrato a metà stagione, un po’ di rammarico per questo lo abbiamo. Però la qualità dell’avversario non ce l’ha permesso».

L’amarezza principale sta proprio nel fatto che la Piacenza più scintillante si è vista fra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, dunque non nel momento decisivo della stagione?

«Senza dubbio in quel periodo abbiamo espresso il nostro gioco migliore, calando nel finale dell’annata. Il motivo? Può essere un insieme di cose, non ultimo un calendario che ci ha costretti a giocare ogni tre giorni da novembre a febbraio; nel momento decisivo questo si è fatto sentire».

Avete ancora un obiettivo da raggiungere, i play off per il quinto posto. Ma guardandosi indietro il bilancio fino a questo momento deve essere positivo: la sesta posizione era il risultato atteso la scorsa estate.

«Senza dubbio sì. Siamo arrivati ai quarti di finale contro una corazzata come Perugia dove almeno in casa ce la siamo giocata. Adesso ci rimane questa coda di stagione; lo scorso anno era un modo per salvare l’annata, adesso invece è ritenuta quasi un ripiego, dunque senza dubbio siamo riusciti a compiere un salto di qualità. Ora cercheremo di conquistare un risultato importante per la prossima stagione».

GUARDA IL VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento