rotate-mobile
Nuoto

Giacomo Carini è campione italiano dei 200 farfalla

Il piacentino vince in 1.55.53 davanti a Razzetti e al bronzo olimpico Burdisso e si qualifica per gli Europei. I complimenti del mondo sportivo e del sindaco Barbieri

Giacomo Carini è campione italiano dei 200 farfalla: grazie al tempo di 1.55.53 fatto registrare a Riccione, il piacentino ha conquistato l'oro e si è qualificato per i prossimi campionati europei lasciandosi alle spalle i suoi storici rivali Federico Burdisso, vincitore della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo, e il campione mondiale ed europeo in vasca corta Alberto Razzetti.

Un titolo italiano assoluto - il terzo per Carini nei 200 farfalla in vasca lunga, dopo quelli conquistati nel 2016 e nel 2017, impreziosito dal record italiano - conquistato al termine di una gara avvincente ed entusiasmante caratterizzata da un finale al cardiopalma. Carini, che si era qualificato per la finale con il secondo tempo (1.57.13) alle spalle di Burdisso (1.56.84), è stato infatti l’autentico protagonista dell’atto conclusivo che ha assegnato titolo e medaglie. L’atleta piacentino è subito partito forte arrivando con il secondo parziale (25.52) alla virata dei cinquanta metri dietro a Burdisso (25.45) e appena davanti a Razzetti (25.66); momentanea piazza d’onore confermata anche a metà gara (54.60) con Burdisso ancora davanti (54.50), ma non alla virata dei centocinquanta metri compiuta da Carini in terza posizione con un ritardo di venti centesimi di secondo. Nell’ultima frazione di gara, però, l’atleta della Vittorino e delle Fiamme Gialle, nonostante una virata non proprio perfetta, ha dato fondo a tutte le proprie energie riuscendo a compiere una rimonta entusiasmante in cui in pochi avrebbero scommesso; una rimonta che gli ha consentito di concludere la gara al primo posto (1.55.53) davanti a Razzetti, medaglia d’argento in 1.55.79, e a Burdisso salito sul terzo gradino del podio con un crono di 1.56.16.

Per Giacomo Carini, quindi, meritato titolo italiano assoluto e qualificazione ai prossimi Campionati europei di nuoto, in programma ad agosto allo Stadio del nuoto di Roma.

«Sono molto soddisfatto della gara - ha ammesso Carini al termine dei 200 farfalla - del riscontro cronometrico e anche del fatto di essere riuscito a superare in rimonta due fortissimi atleti di livello mondiale come Razzetti e Burdisso. Sono sceso in vasca concentrato e in ottime condizioni fisiche, sapendo di poter fare bene come in effetti è stato. Ho avuto qualche problema all’ultima virata, ma sono riuscito a superare gli avversari grazie a una condizione fisica ottimale che mi avrebbe anche permesso di limare ancora qualche centesimo di secondo. E’ il mio terzo titolo assoluto in vasca lunga, forse il più entusiasmante per come sono riuscito a conquistarlo; altre volte ho nuotato bene e in condizioni ottimali senza riuscire a centrare risultati prestigiosi. E’ il bello dello sport, che prima o poi premia sempre il lavoro, l’impegno e la costanza».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacomo Carini è campione italiano dei 200 farfalla

SportPiacenza è in caricamento