menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fulvio Pea

Fulvio Pea

Pro Piacenza ancora una volta vittima di sé stesso e la Viterbese vince di misura. Le pagelle

I rossoneri escono dal “Rocchi” con un’altra sconfitta, con il secondo rigore consecutivo sbagliato subendo la rete di un Cenciarelli che fino a quel momento, come tutta la Viterbese, non aveva di certo brillato

Vittima di sé stesso. Ma non solo. Il Pro esce dal “Rocchi” con un’altra sconfitta, con il secondo rigore consecutivo sbagliato subendo la rete di un Cenciarelli che fino a quel momento, come tutta la Viterbese, non aveva di certo brillato. La chance più grande dell’intera partita passa per i piedi di Aspas con il penalty conquistato da Barba: la maledizione del dischetto però non vuole saperne di abbandonare i rossoneri ed il pallone finisce sui guantoni di Iannarilli che respinge pallone e gli spettri della scorsa domenica direttamente al mittente. La partita della Viterbese è piuttosto anonima: per la prima vera conclusione in porta c’è da aspettare il primo minuto della ripresa quando Tortori calcia troppo centrale per impensierire Gori. Per il gol c’è da aspettare l’unica vera chance: Cenciarelli entra in area e piazza un colpo da biliardo. Palo e gol. Quello che al Pro è mancato in un pomeriggio strano dove tutto sembra andare storto e dove basta un’iniziativa degli avversari per perdere la partita.

DISCHETTO MALEDETTO – Quando il pallone non vuole saperne di entrare c’è davvero poco da fare. Se fino al quarto d’ora si registrano soltanto un paio di tentativi – per altro piuttosto velleitari – dalla distanza, al sedicesimo una girata di Barba impatta sul braccio di Kabashi proprio dentro l’area: è rigore. Sul pallone va Aspas che calcia basso alla destra di Iannarilli: il portiere gialloblu si distende e para, il pallone non finisce in fondo al sacco. Proprio come domenica quando non ci fu la partecipazione del portiere dell’Olbia. Penalty sbagliato a parte, la Viterbese fatica ad ingranare in avanti, il Pro è decisamente più propositivo ed alla mezz’ora un bello scambio tra Calandra e Monni mette l’attaccante a tu per tu con Iannarilli: la conclusione del rossonero termina però sull’esterno della rete. Al trentasettesimo ci prova anche Barba ma il suo rasoterra è troppo debole per impensierire il numero uno di casa. Più Pro che Viterbese nella prima frazione ma il punteggio non si sblocca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento