Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Serie C

Pro Piacenza - Non c'è più nulla. I giocatori se ne sono andati e con la Pro Vercelli non si giocherà

Situazione agonizzante in casa Pro il presidente Pannella ha lasciato la città. Domenica alcuni dirigenti rossoneri si presenteranno al Garilli ma è certo che non si giocherà. La Lega attende e propende per lo 0-3 a tavolino

Maurizio Pannella e la sua Sèleco, di fatto proprietari del Pro Piacenza, metteranno la parola fine alla quasi centenaria storia della società rossonera, nata nel 1919 come costola del Piacenza Calcio a cui doveva fornire, almeno all’inizio e nella prima metà del secolo scorso, giocatori. Il Pro vivrà la festa dei 100 anni nel peggiore dei modi perché la situazione ormai è irrimediabilmente persa, come abbiamo descritto ieri per salvare la società serve, da un primo conteggio, una cifra che va dai 500mila a 850mila euro (dipende dalla multa per la mancata sostituzione della fideiussione Finworld) e che è destinata a salire quando matureranno gli stipendi di novembre e dicembre, inoltre il rischio concretissimo sarebbe quella di ereditare non solo una squadra a - 3 punti (15 in classifica a cui togliere un -18 di penalizzazione che arriverà) ma anche priva dei giocatori che hanno ottenuto tutti il nulla osta. Non giocheranno con la Pro Vercelli, non giocheranno il 26 dicembre con la Juventus U23 e probabilmente nemmeno il 30 dicembre a Siena.
Sintomatica la descrizione che Dario Polverini, uno dei leader dello spogliatoio, fa in un’intervista: «Pannella ha fatto spallucce quando gli ho spiegato che non giocheremo la prossima partita e mi ha risposto “riprenderemo il cammino nel girone di ritorno”».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro Piacenza - Non c'è più nulla. I giocatori se ne sono andati e con la Pro Vercelli non si giocherà

SportPiacenza è in caricamento