menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Trongone

Foto Trongone

Pro Piacenza al capolinea. I giocatori lasciano la squadra, per saldare i debiti serve mezzo milione di euro

I giocatori non si alleneranno, Pannella sta firmando i nulla osta e domenica contro la Pro Vercelli non scenderanno in campo. Debiti: servono dai 500mila agli 850mila euro subito e il rischio è quello di ereditare un club a -3 in classifica. La Lega Pro intervenga subito

Da mesi denunciavamo le incongruenze e le mancanze della gestione di Maurizio Pannella, patron della Sèleco che a luglio scorso si è messa in pancia il Pro Piacenza. Problematiche che iniziavano a delinearsi già ad agosto, con la stranissima - e mai chiarita - cacciata del primo direttore generale Alfonso Morrone. La situazione diventò più difficile quando non si ottenne una versione credibile sulla vicenda della fideiussione Finworld, a cui aggiungere le improvvise dimissioni del secondo dg Santoro.
Per mesi abbiamo chiesto un incontro ufficiale, davanti a tutta la stampa, al presidente Pannella, incontro che ci è sempre stato promesso ma che non è mai avvenuto ed ora è troppo tardi per rimediare. Il resto è storia recente, il ritardo nel pagamento degli stipendi del 16 ottobre ha scoperchiato il vaso. A novembre abbiamo denunciato tutte le problematiche che ancora erano in seno alla società: dalla perenne difficoltà nel saldare l’affitto dello stadio Garilli e la conseguente ricerca di un altro impianto, alla situazione del settore giovanile totalmente abbandonato e in autogestione economica. Dalla situazione dentro lo spogliatoio, all’insanabile rottura che da due mesi c’è tra giocatori e proprietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento