menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Trongone

Foto Trongone

Il Pro Piacenza demolisce l'Arzachena sotto quattro gol e si prende una meritata salvezza

Tutto in 5' per i rossoneri che segnano tra il 24' e il 29' con Mastroianni, Barba e La Vigna. Dietro perdono tutte e la squadra di Maccoppi si prende la salvezza aritmetica. La vicenda legata al ritardo nel pagamento dell'Irpef però non lascia ancora tranquilli

PRO SUL PEZZO
Le assenze pesanti di Aspas e Alessandro costringono Maccoppi a disegnare un Pro più quadrato, 4-4-2 con Ricci a sinistra nel centrocampo e davanti Musetti in appoggio a Mastroianni che rientra titolare nel reparto offensivo. Si parte con i rossoneri che spingono forte soprattutto dalla parte di Ricci che dopo 13’ confezione un’azione da leccarsi i baffi: doppio dribbling e cross telecomandato in area piccola per Mastroianni che di testa spara fuori. Cinque giri di lancetta e Belotti, sul corner di Ricci, timbra la traversa. L’Arzachena non crea grossi pericoli ma è comunque viva in attacco.
La terza è quella buona (24’): Musetti s’invola e supera in pallonetto Cancelli, arriva Mastroianni in gran carriere che insacca. Dopo 3’ ancora Ricci, con il turbo nei piedi, vola sulla sinistra, traversone rasoterra per Barba che di potenza timbra il raddoppio.

DISCESA
Il Pro ha il merito di affrontare la partita nel modo giusto fin dal primo secondo, l’Arzachena ci capisce o nulla soprattutto a sinistra dove Ricci fa letteralmente quello che vuole. Nel giro di 5’ i rossoneri fanno scorrere i titoli di coda, a Mastroianni e Barba, infatti, segue la bella punizione di La Vigna bravo a infilare a fil di palo anche se aiutato dall’ennesima indecisione del portiere ospite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento