Serie C

Fiorenzuola - Tabbiani: «Personalità e coraggio, bene così». Musatti: «Crediamo nell'obiettivo salvezza»

Luca Baldrighi: «Nella ripresa abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo contro una Atalanta davvero impressionante per forza e qualità. E' vittoria cercata e voluta con tutte le nostre forze». Ora per i rossoneri altri due match da bollino nero: sabato dalla capolista Mantova e poi c'è il Vicenza

«E’ stata una bellissima partita - ha detto Tabbiani del post gara - perché abbiamo giocato contro una squadra di talenti con giovani molto forti, ma è stata soprattutto una splendida vittoria. I ragazzi sono stati bravi nel primo tempo perché hanno saputo reggere, soffrire e arginare gli avversari sprecando tante energie, poi il destino ci ha un po’ aiutato perché abbiamo segnato proprio sulla fine. Ce la siamo però conquistata con caparbietà questa vittoria, in particolare c’era la voglia di dimostrare che quello di mercoledì contro la Triestina era un passaggio a vuoto che in un campionato ci può stare. La realtà è che noi siamo quelli visti questa sera contro l’Atalanta, stiamo tenendo una media punti importante, facciamo bene e l’autostima deve quindi essere mantenuta alta.
Andiamo a casa contenti e orgogliosi. Sia Musatti sia Gonzi nei momenti in cui sono andati in campo hanno risollevato il ritmo, Oneto e Mora avevano speso molto, anche Maffei e Anelli appena entrati hanno fatto benissimo dando energie importanti. Non è facile tenere il passo dell’Atalanta, ha qualità e forza, nella ripresa siamo andati a prenderli bene, ma anche nei primi 45’ abbiamo lavorato nel modo giusto. Abbiamo concesso, abbiamo creato (ci sono anche due pali), più che altro mi rende felice la personalità e il coraggio dimostrato e sono contento per i ragazzi che li avevo visti piuttosto giù dopo la Triestina. Ora arrivano due gare sulla carta difficilissime contro la capolista Mantova e contro un Vicenza che sta benissimo».

Il match winner Mattia Musatti, classe 2003 in prestito dalla FeralpiSalò. «E’ stata una bella partita, onestamente potevano vincerla loro come potevamo vincerla noi perché si è giocato in modo aperto e con molte occasioni, per fortuna sono riuscito a segnare all’ultimo istante ed è una super gioia per me e per tutti. Sto vivendo un anno positivo qui a Fiorenzuiola, il gruppo è compatto e mi sto trovando bene. Difficile dire che vorrei più spazio, le scelte spettano al mister, io sono giovane e niente è dovuto, devo solo farmi trovare pronto quanto vengo chiamato in causa. Questo successo dà punti e soprattutto morale, ci crediamo fortemente nella salvezza, anche dopo l’andata eravamo positivi. L’impresa è difficile ma ce la stiamo mettendo tutta».

Così il dirigente Luca Baldrighi: «Vittoria veramente voluta e cercata da parte della squadra, fino all’ultimo secondo abbiamo lottato, oggi i ragazzi se la sono meritata contro un avversario impressionante. L’Atalanta ha forza e qualità, con ragazzi di prospettiva, però questa volta noi nel secondo tempo abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo colpito due pali e una traversa, il pareggio era il minimo, poi Matteo ha fatto una gran parata e Mattia subito dopo un gran gol. Spero sia un segnale di svolta per il nostro obiettivo, ora ci attendono due gare difficilissime ma l’importante è giocarle con le nostre armi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola - Tabbiani: «Personalità e coraggio, bene così». Musatti: «Crediamo nell'obiettivo salvezza»
SportPiacenza è in caricamento