rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Rossini: «Siamo sul pezzo, ora viene il difficile. Il Legnano? Avversario solido»

Il tecnico: «Non pensiamo che le prossime tre gare siano in discesa, siamo in un momento del campionato in cui è più complesso affrontare squadre in lotta per la salvezza piuttosto che quelle di vertice». Out Andreoli (stagione finita) e Bassanini, da valutare le condizioni di Gerbaudo e Artioli

San Rocco Trasporti Banner

Il Piacenza che si tuffa a capofitto nella volatona finale del campionato. I biancorossi domenica aspettano al Garilli il Legnano (ore 14.30), formazione capace di battere il Piace all’andata, ma oggi la situazione è notevolmente diversa, il Piacenza è terzo a -3 dalla capolista Varesina e davanti ha un trittico di partite che non può e non deve sbagliare: Legnano terzultimo, poi domenica prossima trasferta in casa del Crema penultimo e infine confronto interno col fanalino di coda Ponte San Pietro. Tutto questo prima della sfida del 28 marzo in casa del Caldiero (a oggi secondo in classifica) che è anche lo scontro diretto più importante del mese. Sul fronte campo, invece, il Piacenza ha dei problemi: Andreoli (distorsione al ginocchio) ha chiuso la stagione, Bassanini (strappo all’addome e all’anca) non si rivedrà in campo prima di un mese e Gerbaudo, dopo i problemi al ginocchio, ne ha accusati altri alla schiena e quindi andrà gestito. Rientra Tourè mentre Artioli sarà valutato nella rifinitura.

Alla viglia del match mister Rossini coglie l’occasione «per fare gli auguri a tutte le donne, dico sempre che il Piace ha bisogno dei suoi tifosi ma anche delle sue tifose, soprattutto domenica, con l’ingresso gratuito allo stadio».
Il tecnico poi passa all’analisi di un match, e più in generale di un periodo, che sono apparentemente sembra in discesa. «Non è per nulla così, penso che domenica la vittoria del Crema sul Caldiero abbia dimostrato proprio che non esistono partite semplici, soprattutto in questo momento. Tutti vogliono vincere perché i punti a disposizione sono sempre meno e affrontare squadre agli ultimi posti della classifica, che lottano per salvezza o playout, a volte può essere molto più complicato piuttosto che affrontare quelle al vertice. Dopodiché - aggiunge Rossini - è ovvio che c’è un motivo se noi siamo in alto e loro sono in basso, ma questo non deve cambiare l’approccio alla gara». E proprio su questo punto si torna dopo il robusto pareggio di Palazzolo.
«Vi dico subito che voi non essendo sul campo non potevate vederlo, però il terreno era peggio di quello della Clivense e questo non ci ha agevolato anzi, probabilmente questo è stato uno dei motivi per cui abbiamo spesso, sbagliando, velocizzato troppo alcune situazioni. E’ stata nel complesso una buona prova, arriviamo da 7 punti importanti in 3 gare, adesso ci aspetta un marzo dove dobbiamo sbagliare il meno possibile. Con così poche partite il margine di errore si riduce».

Rossini così sul basso minutaggio concesso a Marquez. «Il Facu è un ragazzo splendido, che si fa voler bene da tutti ed è entrato alla perfezione nel gruppo. E’ normale che tutti vogliano giocare, sarei preoccupato del contrario e perciò sono felice se si arrabbia perché non gioca: vuol dire che ci tiene. Detto ciò, devo fare delle scelte e prendere delle decisioni che, fidatevi, non sono semplici nemmeno per me. Non mando a cuor leggero un ragazzo in panchina o in tribuna, soprattutto se lavora bene in settimana. Non c’è nessun caso Marquez».
Infine uno sguardo al Legnano: «Squadra solida, che cerca punti salvezza e dovremo essere pazienti nel cercare di sbloccare la partita senza concedere il fianco».

Probabile formazione Piacenza (4-4-2) - Moro; Napoletano, Silva, Somma, Iob; Zini, Corradi, Bachini, Ndoye; D’Agostino, Recino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Rossini: «Siamo sul pezzo, ora viene il difficile. Il Legnano? Avversario solido»

SportPiacenza è in caricamento