Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Pergreffi chiama a raccolta i tifosi contro il Novara. «Il segreto? E' il gruppo. Sestu e Romero due esempi»

Il difensore biancorosso traccia un bilancio dopo l'avvio sprint - «voi fate bene a sognare» - e inquadra il big match di domenica: «Mi aspetto una partita fisica, molto rognosa, di quelle che piacciono a me»

Antonio Pergreffi esce palla al piede sotto lo sguardo di Moscardelli

Ottobre dirà senza ombra di dubbio chi è davvero il Piacenza e a cosa potrà aspirare: campionato di vertice o lotta per la promozione diretta? La Lega ha stabilito i recuperi delle aspiranti ai ripescaggi in B - che si stanno mettendo l’anima in pace - Pro Vercelli, Siena e Novara, tra poco più di 30 giorni si avrà un quadro definitivo di una classifica che oggi si legge a singhiozzo.
Sarà un mese decisivo anche per il Piacenza con 6 gare, in notturna, tutte d’un fiato: si parte domenica 7 ottobre con il big match contro il Novara, il 14 si viaggia in Liguria in casa dell’Albissola, il 17 turno infrasettimanale al Garilli con la Carrarese, il 21 del mese a Busto con la Pro Patria e il 28 c’è la sfida interna con l’Entella (ancora ferma in attesa di capire se i liguri saranno ripescati in B). Chiude il quadro la Coppa Italia il 31 ottobre con i biancorossi impegnati in trasferta nei 16esimi di finale contro la vincente di Giana-Albinoleffe.
A inquadrare l’avvio sprint degli emiliani - tre vittorie in altrettante gare - è il difensore Antonio Pergreffi. Da tre anni veste la maglia del Piacenza ed è sempre un passo avanti a tutti: «I nostri tifosi puntualmente ci sono sempre, domenica contro il Novara li aspetto numerosi perché sarà una partita bella ruvida, di quelle che piacciono a me».

Passo indietro: si conosceva la forza della squadra ma la partenza ha sorpreso anche voi?
«Non più di tanto perché queste tre vittorie consecutive non fanno altro che rispecchiare la forza e la qualità di un gruppo vero, composto da uomini seri che condividono l’obiettivo di fare bene fin da metà luglio. Il nostro segreto è il gruppo di lavoro, nessuno si tira indietro quando c’è da faticare e siamo supportati da una società eccellente, umana, che lavora bene. Facciamo una premessa però».

Prego.
«Il campionato è lunghissimo, siamo solo all’inizio e non si è fatto nulla in sostanza. Arriveranno i momenti difficili e lì dovremo aggrapparci alle qualità che ho detto prima».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento