rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Matteassi: «Ci siamo persi di nuovo. Il mister? Non è in discussione». Pagelle: attacco desolante

Tra i biancorossi c'è poca voglia di parlare. Il ds: «E' un momento difficile, se ne esce col duro lavoro e con un pizzico di serenità».

Musi lunghi e poca voglia di parlare in casa Piacenza dopo la sconfitta contro la Juventus. A spiegare il momento il direttore sportivo Luca Matteassi, che parla a nome di tutti al termine del match:
«Mi spiace perché a prescindere da qualche episodio che non ha aiutato non riusciamo a incidere e renderci pericolosi. Sembrava che avessimo intrapreso un percorso positivo con le tre vittorie e il pareggio e invece ci siamo persi di nuovo. In ogni caso, non eravamo salvi prima e non lo siamo ora. La società ci chiede qualcosa in più ed è chiaro che dobbiamo lavorare ancor più duramente per venire fuori da questa situazione, ma occorre anche che i ragazzi ritrovino un po’ di serenità ed entusiasmo per non perdersi d'animo. Il percorso è ancora lungo e tutte le partite sono difficile indipendentemente dalle avversarie. Il mister non è in discussione».

Le pagelle

Nocchi 6: nel primo tempo compie una parata miracolosa su Pecorino, nella ripresa incassa due gol dove non è certo il primo responsabile ma forse poteva fare qualcosa in più.

Cosenza 5: sulla rete della Juve Next Gen, Pecorino svetta tranquillo e indisturbato tra lui e Nava, dopo che lo aveva già fatto nel primo tempo quando però ci aveva messo una pezza Nocchi. Viene sostituito a inizio ripresa per cambiare modulo e non ha tempo di riscattarsi. Dal 10’ st Rizza 6: entra voglioso, porta qualche idea.

Nava 5: divide equamente le colpe con Cosenza per la troppa libertà di Pecorino. Gli manca anche la solita capacità di proporsi, andando a ridurre il suo contributo a una prova difensiva lontana dall’essere perfetta.

Accardi 5: la difesa traballa e subisce gol a inizio ripresa, dopo che altre volte durante l’anno ha preso gol sul finale del primo tempo o all’inizio del secondo. Lui in questo ha colpe limitate, essendo arrivato da poco, tuttavia si fa bere in un fazzoletto da Pecorino che timbra la sua doppietta personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Matteassi: «Ci siamo persi di nuovo. Il mister? Non è in discussione». Pagelle: attacco desolante

SportPiacenza è in caricamento