Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza furioso, ma Bruno non perdona. La Giana Erminio rimonta e vince una gara dalle mille emozioni

Biancorossi avanti due volte con i gol di Pergreffi e Segre ma sempre recuperati, poi il fattaccio con l'espulsione di Bini. La Giana mette la freccia ma i biancorossi non mollano e agguantano, in dieci, il 3-3. Nel finale decide Bruno, espulso anche Pergreffi

DAL NOSTRO INVIATO A GORGONZOLA - La Giana batte per 4-3 il Piacenza in una partita strana, incredibile e intrisa di giallo. I biancorossi, dal direttore generale Scianò a mister Franzini, si sono detti furiosi in sala stampa per l’episodio avvenuto al 22’ del primo tempo, con il Piacenza in vantaggio per 1-2: cross da fuori area, torre di Perna per Bruno e contatto in area tra l’attaccante e il difensore emiliano Bini; per De Santis di Lecce è rigore ed espulsione. L’occasione da rete per i padroni di casa è nitida e il regolamento tiranno in questi casi, anche se qualche dubbio rimane sul fallo sanzionato. Bruno non sbaglia dal dischetto e da lì il match giocoforza cambia faccia. Fino a quel momento il Piacenza era stato perfetto in fase offensiva: aveva colpito subito con Pergreffi e, nonostante il pari fulmineo di Chiarello, si era riportato avanti con Segre al termine di un’azione da manuale franziniano. Anche se a dirla tutta era sembrato vulnerabile dietro, tanto che sia in occasione del primo gol subìto sia sull’episodio del rigore, la difesa si è aperta come un budino a contatto con un cucchiaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DOCCIA GELATA CON CHIARELLO, POI PARI DAL DISCHETTO FIRMATO PEDERZOLI. La ripresa si apre con il gran gol a giro di Chiarello (lasciato troppo libero di calciare) ed è come una doccia gelata. La partita però è tutt’altro che finita: il Piacenza dimostra di esserci ancora così come la Giana fa capire i motivi della sua pallida classifica. Tant’è che grida vendetta il gol clamoroso fallito da Nobile sul pregevole assist di Segre. Franzini lancia nella mischia il centrocampista Pederzoli e il centrale difensivo Silva, così può riportare in mediana Della Latta - che era andato a tamponare in difesa dopo l’espulsione di Bini - e irrobustire il reparto con le geometrie del regista piacentino al posto di Scaccabarozzi. A questo punto Masciangelo veste i panni del fenomeno e dopo i due assist del primo tempo si conquista anche un rigore molto furbo (e a dirla tutta generoso). Dal dischetto Pederzoli fa 3-3 e riequilibra la situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento